Politica

Quartieri, M5S: "Ecco perché abbiamo strappato il nuovo regolamento"

"Il consiglio comunale del 26 marzo 2015 con l’approvazione del Nuovo Regolamento dei Quartieri, ha sancito la morte della Democrazia: il Movimento 5 Stelle non ci sta, e prende le distanze dai vecchi, vecchissimi partiti e dal loro sistema di governo-opposizione fatto di inciuci"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

Il consiglio comunale del 26 marzo 2015 con l’approvazione del Nuovo Regolamento dei Quartieri, ha sancito la morte della Democrazia: il Movimento 5 Stelle non ci sta, e prende le distanze dai vecchi, vecchissimi partiti e dal loro sistema di governo-opposizione fatto di inciuci e favori. Il gruppo dei consiglieri comunali 5 Stelle ieri si è preso la responsabilità di rigettare in modo chiaro e definitivo il vergognoso compromesso adottato dal Partito Democratico insieme con Libera Cesena, per ridefinire la geografia politica dei quartieri di Cesena, dettato da pura logica spartitoria e affaristica.
 

In pratica i rappresentanti di quartiere saranno designati SENZA votazione, senza libertà di scelta da parte dei cittadini; saranno NOMINATI direttamente dai partiti, passando per la farsa dell’autocandidatura, che altro non è se non il rispondere sì alla chiamata del capo politico di turno. Saranno questi cooptati-nominati che dovranno rappresentare i cittadini di fronte all’Amministrazione della città!!!


 

In più, saranno “scelti” dai partiti attraverso criteri ancora da definire, ma che possiamo ben immaginare; cioè solo quelli più fedeli e affidabili, e andranno a sedersi in consiglio di quartiere portando con sé la bandierina del partito che generosamente li ha indicati. Non solo, ma a tavolino viene già deciso che il partito di maggioranza avrà comunque un numero di consiglieri nominati sufficiente per decidere senza bisogno di condividere niente con le altre forze politiche presenti che saranno una sorta di parlamentino ombra che può solo supplicare qualche marginale modifica al piano decisionale già definito.


 

Con questo regolamento, che fin dalla sua presentazione abbiamo contrastato con ogni mezzo in commissione, i vecchi partiti, ma segnatamente il Partito Democratico, avranno la possibilità di far passare in modo indolore e falsamente democratico quei progetti, appalti, lavori pubblici che i cittadini non schierati non vogliono perché sbagliati per la nostra città. Per il centro storico, solo per fare un esempio conosciuto, 7 nominati “decideranno” in pratica che il progetto faraonico di Piazza Libertà sia eseguito nonostante le durissime critiche del comitato cittadino formato da oltre 7000 simpatizzanti; il PD avrà così la scusa che IL QUARTIERE HA APPROVATO. 7 nominati decideranno per 7000 cittadini liberi!!

La nostra opposizione a questo scippo vergognoso della libertà di ognuno è stata durissima, chiara e intransigente: il metodo Renzi, la logica della nomina al posto della libera scelta, gli affari della casta lontano dagli interessi dei cittadini, l’ipocrisia politica al servizio delle lobbies, non è nel DNA del Movimento 5 Stelle; non lo è mai stata; non lo sarà mai.

Noi siamo solo portavoce delle scelte e necessità dei cittadini; non intermediari di interessi di parte o particolari. E non abbiamo permesso che gli altri, i vecchi e superati partiti, ci confondessero con i loro finti oppositori, Libera Cesena in testa, che subito si sono allineati all’interesse del più forte per raccogliere le briciole Dopo aver strappato il documento del Regolamento dei quartieri in aula, davanti a tutti, perchè quando le parole non bastano più bisogna passare a gesti che non lasciano dubbi di interpretazione, dopo essere intervenuti in tutti i modi per far capire la follia che si stava attuando, intervenendo anche con toni forti per impedire lo scempio della democrazia, ci siamo alzati e abbiamo abbandonato i lavori del consiglio, per non essere partecipi e complici della commedia che si rappresentava in Comune.

Gruppo Consigliare Movimento 5 Stelle – Cesena

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quartieri, M5S: "Ecco perché abbiamo strappato il nuovo regolamento"

CesenaToday è in caricamento