rotate-mobile
Politica

Elezioni, ecco i candidati del 'nuovo' M5s alleato col Pd: "Non è innaturale". I dissidenti: "Traditi gli ideali originari"

Sceglie il locale 'Dolceriso', a pochi passi dalla sede del Pd in viale Bovio, il 'nuovo' Movimento 5 stelle cittadino, per presentare i 25 candidati della lista che farà parte della coalizione di centrosinistra. C'è anche l'ex Csn Vittorio Valletta

Volti distesi, sorrisi e unità di intenti per questo debutto ufficiale insieme che "non sarà solo un esperimento per questa tornata elettorale. Tra M5s e Pd non è una alleanza innaturale, non c'è nessuna imposizione dall'alto, ma una convergenza sui temi per migliorare la qualità della vita dei cittadini". Il nuovo corso del Movimento 5 stelle di Cesena ha i volti del coordinatore provinciale Mauro Frisoni, dei senatori Marco Croatti e Gabriele Lanzi, ma anche dell'ex Cesena Siamo Noi Vittoria Valletta.

GUARDA IL VIDEO

Sceglie il locale 'Dolceriso', a pochi passi dalla sede del Pd in viale Bovio, il 'nuovo' Movimento 5 stelle cittadino, per presentare i 25 candidati della lista che farà parte della coalizione di centrosinistra. Presente venerdì pomeriggio anche il candidato sindaco Enzo Lattuca. Gli ideali di un tempo non sono cambiati, garantiscono i pentastellati, a partire dalla tutela dell'ambiente e dal sostegno sociale dei più fragili. 

I dissidenti: "Traditi gli ideali di legalità e trasparenza"

Quasi in contemporanea si fanno sentire con una nota i 'dissidenti' con il consigliere comunale Claudio Capponcini in testa, che parlano di una "lista di 'amici del Pd'' ma anche di "ideali di legalità e trasparenza traditi". "Nella lista di oggi cosa è rimasto dello spirito e dell'ideologia dei 5 stelle cesenati, gruppo conosciuto da oltre 15 anni? - si chiedono -. Il M5S di Cesena nacque a Cesena nel 2008 da pochi coraggiosi, soprattutto delusi dal sistema di potere instaurato dal Pd che governa la città da oltre 50 anni, determinati con l'obiettivo di rendere la macchina comunale più trasparente, efficiente e vicina ai cittadini". 

Entra nel canale Whatsapp di CesenaToday

Lo spirito e gli ideali originari sarebbero invece rimasti intatti, secondo Mauro Frisoni che ha esordito: "Seguo da tempo questo percorso di dialogo con il Pd, i nostri obiettivi restano gli stessi, lo stop al consumo del suolo, l'attenzione ai cittadini più fragili in primis. Cambia soltanto che abbiamo scelto di condividere questi temi con altre forze progressiste, direi che questa è una grande prova di maturità. Oggi abbiamo una giustizia climatica strettamente collegata alla giustizia sociale e alla giustizia generazionale rappresentata dai giovani che vanno in piazza per la pace e per il clima. Ci tengo a dire che le nostre idee di dieci anni fa non sono cambiate". A fare da collante tra M5s e Pd anche la battaglia per il salario minimo.

Lattuca: "Fin dal 2013 guardo con interesse al M5s"

Poi ha preso la parola Enzo Lattuca: "Sono contento di essere riuscito a chiudere il cerchio, la mia coalizione ha presentato tutte le liste e abbiamo 181 candidati, vorrei sottolinearlo perché credo che questa sia la nostra forza maggiore. Ho sempre guardato al M5s con attenzione e interesse, fin dal 2013, quando si tentò il primo dialogo col Pd che non andò benissimo..". Ha proseguito il sindaco uscente e candidato per un secondo mandato: "Fino al 2018 da parte del movimento c'è stata una indisponibilità di fondo, il motto era 'andiamo da soli', ma salvo rare eccezioni come Roma e Parma il M5s ha capito che doveva cambiare strada. Ho sempre pensato che la collocazione naturale del M5s fosse nel campo progressista, a Cesena negli ultimi mesi è cambiato qualcosa e questo ci ha permesso di trovare in breve tempo un accordo. Questa non è una alleanza innaturale, non c'è nessuna imposizione dall'alto tanto che vediamo che in altre città si litiga. E' stato facilissimo trovare una convergenza programmatica. Da tempo ho cercato un dialogo col M5s, ma prima non c'era questa disponibilità, di sicuro non è una alleanza fatta tanto per aggiungere una lista in più alla coalizione". 

Vittorio Valletta ha sottolineato che "la transizione energetica non è più rimandabile, è la priorità del 21esimo secolo". Sull'uscita da Cesena Siamo Noi: "I movimenti politici e le persone si evolvono, io resto fedele ai miei ideali e nel M5s ho la possibilità di portare avanti le mie istanze". Leonardo Agrella ha rimarcato: "C'è bisogno di cultura e di una scuola che contrasti le discriminazioni, che coltivi l'inclusione e la valorizzazione, purtroppo sui diritti stiamo tornando indietro".

Andrea Bertani ha posto l'accento sul fatto che "siamo al Dolceriso non casualmente, è un luogo che valorizza i prodotti di qualità, la cucina sana e il benessere, vogliamo promuovere il progetto di un bio-distretto". Poi ha preso la parola il senatore Marco Croatti: "Quello che stiamo facendo oggi è un passaggio molto importante, c'è grande entusiasmo intorno a questo progetto. Gli ideali del M5s restano gli stessi di sempre, le nostre priorità le abbiamo messe nero su bianco per migliorare la città". Sui giovani: "Stanno scappando dalla politica che li descrive come bamboccioni, ma sono stati loro i primi ad aiutarci col sorriso durante l'alluvione". Sui 'dissidenti' cesenati il senatore Lanzi ha detto: "Noi siamo stati scelti come coordinatori da Conte, è legittimo avere posizioni diverse, ma è ovvio che chi non accetta il nuovo corso è fuori".

Ecco i 25 candidati del Movimento cinque stelle a Cesena

I candidati sono Magnani Giorgia, commerciante, Matteucci Giancarlo, artigiano ; Milandri Cristina, pensionata insegnante; Milandri Gianluigi, medico libero professionista; Moraglia Marco, consulente informatico; Pagliarani Giorgia, infermiera; Prati Oberdan, pensionato artigiano; Raganini Tessa, infermiera; Runco Marcello, impiegato pubblica istruzione; Santoro Ciro, dipendente pubblico; Scigliuzzo Alberto, infermiere; Spinelli Giovanna, pensionata fisioterapista; Spinelli Monica, pensionata Poste Italiane; Tani Benedetta, studentessa; Valletta Vittorio, ingegnere Arpae; Venturini Eddy, studente magazziniere; Agrella Leonardo, dipendente Poste Italiane; Alessandri Antonella, pensionata gestione del personale; Amaducci Isabella, studentessa; Caliendo Laura, pensionata Polizia di Stato; Carcione Paola, dipendente Poste Italiane; Casali Maurizio pensionato Poste italiane; Cristofori Anna Maria magazziniera; Cucchi Veronica studentessa; Ghirardelli Aureliano pensionato Polizia di Stato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, ecco i candidati del 'nuovo' M5s alleato col Pd: "Non è innaturale". I dissidenti: "Traditi gli ideali originari"

CesenaToday è in caricamento