Cronaca

Smog, impennata del pm10. Il sindaco: "Non ci saranno blocchi del traffico"

Cesena, con i suoi 5 sforamenti consecutivi, è la città capoluogo dell'Emilia Romagna in cui nel mese di gennaio si è presentata la qualità dell'aria migliore

In questo inizio di 2017 è tornato prepotentemente alla ribalta il tema della qualità dell’aria nella nostra regione. Le particolari condizioni atmosferiche che per tutto il mese di gennaio hanno interessato la Pianura Padana (aria calda, inversione termica, assenza di venti) hanno infatti impedito la dispersione degli inquinanti, che si sono accumulati su tutta l’Emilia Romagna. Questo ha causato in molte zone ripetuti superamenti dei limiti stabiliti per legge sul particolato sottile pm10: basti dire che nella Provincia di Piacenza, dove si è registrata la situazione peggiore (dal 19 gennaio al 1 febbraio), si sono registrati 14 superamenti consecutivi (su un massimo di 35 concessi in un anno), ma anche nei territori di Reggio Emilia e Modena si sono registrati sforamenti simili. Anche la provincia è interessata al fenomeno: nell’area urbana di Forlì dal 25 gennaio a mercoledì, ogni giorno si sono rilevati valori superiori ai limiti, mentre a Cesena la centralina in zona urbana ha registrato sforamenti continui dal 28 gennaio al 1 febbraio, con il picco più alto, pari a 150 microgrammi per metro cubo (valore ben al di sopra del limite dei 50 microgrammi indicato dalla legge) nella giornata di martedì .

RASSICURAZIONI - Non si vuole sminuire la gravità della situazione, ma ci pare utile (e rassicurante per i nostri concittadini) evidenziare che, in questo quadro critico Cesena, con i suoi 5 sforamenti consecutivi, è la città capoluogo dell’Emilia Romagna in cui nel mese di gennaio si è presentata la qualità dell’aria migliore - affermano il sindaco Paolo Lucchi e l'assessore all'Ambiente, Francesca Lucchi -. Certo, dobbiamo fare i conti con una situazione climatica, tipica del periodo, che ostacola su tutto il territorio il ricambio dell’aria ed il migliorare delle condizioni. Ed è prevedibile che il quadro non cambi fino all'arrivo di perturbazioni in grado di "muovere" l'aria e permettere una maggiore dispersione degli inquinanti. Per fortuna, sulla base delle indicazioni fornite di Arpae, le condizioni meteo dovrebbero migliorare".

continua nella pagina successiva ====> SALVAGUARDIA

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smog, impennata del pm10. Il sindaco: "Non ci saranno blocchi del traffico"

CesenaToday è in caricamento