Cronaca

La palestra bloccata dal Dpcm subito dopo l'inaugurazione: "Ora lezioni all'aperto, nel parcheggio"

La struttura di via Romagna si è ingegnata e come spiega il titolare "ci siamo organizzati  per fare lezioni all'aperto nel piazzale adibito normalmente a parcheggio"

E' sicuramente il momento delle palestre, e delle iniziative che cercano di reagire al Dpcm che ha chiuso le strutture sportive per frenare la seconda ondata dei contagi. Dopo la ribellione della palestra di Cesena, che ha deciso di restare aperta, prima di essere chiusa e multata dalla Polizia, arriva un'altra inziativa "anti-Dpcm".

"Anche io faccio parte di un'associazione sportiva dilettantistica che aveva inaugurato proprio il 10 ottobre - spiega il titolare di Crossfit Legione Savio - con locali nuovi interamente progettati seguendo le normative anti-covid. I danni provocati dalla chiusura per noi che abbiamo appena aperto sono ingenti. Lo sport oltre che essere un beneficio per fisico e salute, è soprattutto uno strumento per rafforzare il nostro spirito e la nostra mente. I valori dello sport ci insegnano che, nonostante le situazioni avverse e le fatiche ci sbattano al tappeto, dentro di noi ci sono energie e la forza per alzare la testa e combattere".

La struttura di via Romagna si è ingegnata e come spiega il titolare "ci siamo organizzati  per fare lezioni all'aperto nel piazzale adibito normalmente a parcheggio, perché anche se il decreto impone "chiudete", noi sportivi lottiamo perché amiamo quello che facciamo e non vogliamo fermarci. Portiamo avanti la nostra passione ed esprimiamo il nostro dissenso verso il nuovo decreto, andando avanti con le unghie e con i denti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La palestra bloccata dal Dpcm subito dopo l'inaugurazione: "Ora lezioni all'aperto, nel parcheggio"

CesenaToday è in caricamento