Refezione scolastica, Casali (FI): "Si perde un indotto per un magro risparmio"

"Sulla refezione scolastica siamo di fronte ad un vero e proprio autogoal. Forza Italia è sempre stata molto scettica nei confronti della gestione di una certa parte del mondo cooperativo del nostro territorio"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

Sulla refezione scolastica siamo di fronte ad un vero e proprio autogoal. Forza Italia è sempre stata molto scettica nei confronti della gestione di una certa parte del mondo cooperativo del nostro territorio talvolta troppo incline a diventare un centro di potere e a trasformarsi in quel “socialismo capitalizzato” che ci spaventa rendendo tutto così omogeneo e indifferenziato.

E’ però sempre convinta che il nostro territorio e il suo lavoro e quindi la sua economia vada difesa anche con i denti se necessario. Ora, se per risparmiare 47 mila euro nella refezione dobbiamo perdere un indotto di oltre 1,7 milioni, viene da chiedersi quale sia la ratio e la logica economica che la giunta Lucchi professi. Fra l’altro proprio questa amministrazione ha sperperato, a nostro avviso, parecchi soldi nei lavori socialmente utili che abbiamo ripetutamente contestato, poi si si rischia di colpo la perdita di 60 posti di lavoro?

C’è da riflettere, anche perché la refezione scolastica e la sua qualità e sicurezza non è qualcosa di marginale per la nostra comunità; questo senza nulla togliere a chi sembra si sia aggiudicato il lavoro ma pare comunque strano che si possa lasciare il certo per l’incerto per una differenza minimale e insignificante che però può produrre notevoli effetti negativi sul nostro territorio.

Marco Casali  - Forza Italia Per Libera Cesena

Torna su
CesenaToday è in caricamento