Cesenati per Cesena: "Ancora irrisolto il problema dei precari del Bufalini"

Si è svolto martedì sera un incontro sul tema "Precariato : problemi, proposte, soluzioni" organizzato da “Cesenati per Cesena Movimento Cittadino” con una bella partecipazione di Precari dell’Ospedale Bufalini.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

Si è svolto martedì sera un incontro sul tema "Precariato : problemi, proposte, soluzioni" organizzato da “Cesenati per Cesena Movimento Cittadino” con una bella partecipazione di Precari dell’Ospedale Bufalini. Essere precari, esserlo anche da tanti anni (in alcuni casi anche da oltre 10 anni) è sempre più una situazione di disagio, che mette i lavorati in una condizioni di instabilità economica e sociale inaccettabile. Come avevamo già segnalato, nel 2014 in un incontro fra un rappresentante del gruppo "Ausiliari Precari Bufalini" con il Sindaco Paolo Lucchi e l'Assessore ai Servizi per la Persona, era emersa una situazione spinosa sul problema Precari e sulla possibile esternalizzazione dei servizi che comportava di fatto l'annullamento di ogni possibilità di reinserimento, attraverso una riqualifica, nel mercato del lavoro.

Un mercato del lavoro in grave difficoltà, i cui dati nonostante la recente riforma "Jobs Act" del Governo Renzi, stenta a riprendersi e a decollare, e dove i numeri del Ministero del Lavoro sono molto distanti dalla realtà, una realtà difficile anche nel nostro territorio. Non vi sono stati ad ora chiarimenti in merito ai fondi per riqualificare i "Precari" in "operatori di ruolo", richiesta indirizzata a tutte le categorie, mediante l'utilizzo del fondo di cui l'Assessore all'Innovazione e Sviluppo aveva annunciato disponibilità durante l'esposizione e la discussione di Carta Bianca del Giugno 2014.

Nessuna risposta sull''accordo fra “AUSL Unica Romagna” e Sindacati per la regolarizzazione di oltre 1000 Precari come da Delibera di Giunta Regionale per il periodo 2014/2016. Nessun chiarimento sulle categorie coinvolte e sulla riqualifica prevista. Ad oggi nessuno sviluppo in merito, e come da contatti intrapresi con alcuni Sindacalisti sembrerebbe escludere gli “Ausiliari Precari Bufalini”, categoria in via di estinzione dei quali nessuno sembra volersi occupare. Rimangono ancora forti dubbi e preoccupazioni sulla volontà dell'Azienda di esternalizzare altri servizi. E quando si parla di sanità, di rilancio e di eccellenze, questo non sembra un comportamento logico. Andare al risparmio sui servizi è un grave errore. Prima sulla pelle dei Precari, e secondo sulla qualità dei servizi.

Chiediamo ai Sindacati di alzare la voce, di far capire che per il lavoro non ci sono protagonisti di "serie A" e protagonisti di "serie B", soprattutto in questo periodo di grave crisi il lavoro è un bene ancora più prezioso. Si spera in rinnovi dei contratti più lunghi rispetto agli standard Aziendali, sicuramente "meglio di niente", ma in realtà ancora un cappio al collo dei Precari. Per tutto questo i Precari Bufalini chiedono un incontro pubblico con il direttore "AUSL Unica Romagna" Marcello Tonini, con il Presidente territoriale, con i dirigenti di "AUSL Unica Romagna" delle province Romagnole e con i Sindacati, ieri sera durante l’incontro particolarmente animato di proposte e idee, si sono cercate le soluzione a tutti questi problemi, con la decisione dei presenti di coinvolgere e organizzare il maggior numero di Precari in questa battaglia. L’unione fa la forza !
 

Noi crediamo nella possibilità di una grande eccellenza della sanità Romagnola e come Cesenati per Cesena Movimento Cittadino cercheremo di coinvolgere tutte le forze politiche responsabili del territorio per prenderci a cuore una parte importante del mondo del lavoro come i Precari e per contribuire a far decollare quella "AUSL Unica Romagna" che ancora stenta e che sembra un'entità vuota e lontana dai cittadini.

Anna Strippoli - coordinatrice Cesenati per Cesena

Torna su
CesenaToday è in caricamento