menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parrucchiere ed estetiste, Confartigianato: "Servizi anticontagio, clienti sicuri"

“Tutti i nostri saloni sin dal primo giorno – afferma la presidente – hanno dimostrato di rispettare ferreamente le norme dotate dai protocolli"

“Dal 18 maggio, data di riapertura dopo il lockdown, ad oggi i saloni di acconciatura e di estetica hanno operato nel pieno rispetto dei rifugi protocolli e con il gradimento totale della clientela sia sotto l’aspetto professionale sia su quello delle nuove procedure per l’espletamento delle loro prestazioni”. Lo afferma Confartigianato estetica cesenate, presieduta da Sandra Castorri. “Tutti i nostri saloni sin dal primo giorno – afferma la presidente – hanno dimostrato di rispettare ferreamente le norme dotate dai protocolli e sono riusciti a coniugarle con un approccio alla clientela che, pur improntato alla massima cautela, riesce a conservare la serenità e la per così dire familiarità, in un settore in cui queste peculiarità si rilevano importanti, trattandosi di un momento piacevole e di relax per chi fruisce del servizio La clientela è stata mantenuta, anche grazie alla flessibilità degli orari, ma il volume di affari si è ridotto perché a diradarsi sono stati generalmente gli appuntamenti presi dai clienti. Siamo dunque ancora nel pieno di una difficile e tortuosa ripartenza e non fa certo bene sentire parlare, anche solo a livello di voci, di una nuova chiusura per gli acconciatori e i centri estetici, che va assolutamente evitata“.

“Nuove restrizioni – aggiunge la presidente di Confartigianato Estetica – rischiano di compromettere le imprese e acuire ancora di più il fenomeno dell’abusivismo che purtroppo permane in inarrestabile espansione nei settori del servizio alla persona, oltre che mettere in discussione la sussistenza stessa dei regolari. Le imprese del nostro settore dimostrano quotidianamente di operare con il massimo rispetto e rigore delle norme e dei protocolli di sicurezza e sono disponibili a confrontarsi con le istituzioni per individuare soluzioni più efficaci, così come ha chiesto la nostra Confartigianato regionale al presidente Bonaccini, mentre invece bisogna intensificare i controlli di coloro che non indossano la mascherina e non si attengono ai comportamenti dovuti anticontagio, senza penalizzare chi lavorando, sta operando a regola d’arte, anche contro il contagi. Anche gli stessi clienti ci interpellano preoccupati di queste voci, soddisfatti di un servizio per loro essenziale e realizzato a regola d’arte, in una fase idi disagio procurato dalla pandemia in cui il benessere psicofisico procurato anche da sentirsi a posto con il proprio aspetto, va salvaguardato, anzi incentivato".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento