Lunedì, 21 Giugno 2021
Economia

L'appello di Patrignani (Confcommercio): "Coltiviamo la bellezza al centro storico"

"Il presente è anche progettare, innovare, rilanciare, rigenerare". Così Augusto Patrignani, presidente Confcommercio cesenate

"Il nostro presente è vaccinare speditamente, far lavorare in sicurezza tutti, posticipare e abolire il coprifuoco, incompatibile con la bella stagione, una minima prudente e distanziata vita sociale serale e, soprattutto, è incompatibile con il turismo. Ma il presente è anche progettare, innovare, rilanciare, rigenerare". Così Augusto Patrignani, presidente Confcommercio cesenate.

"Quante volte passeggiando nelle nostre incantevoli prime colline, ai Gessi, al Monte, ai Cappuccini, negli spettacolari camminamenti nella sommità della Rocca,, abbiamo ammirato la panoramica bellezza di Cesena, la nostra amata città circondata dalle dolci pendici, sentendoci fortunati di poter vivere e lavorare in “quella cui il Savio bagno il fianco’, come la immortalò Dante di cui celebriamo il 700° della morte? Bella non solo dall’alto, ma anche da dentro, nella multiforme piacevolezza dei quartieri e del suo gioiello del centro storico. Il Cat (Centro assistenza tecnica) Confcommercio proprio sul centro storico ha avviato un nuovo progetto di rigenerazione urbana condiviso con l’amministrazione comunale. Si prefigge di ridare vita a spazi pubblici e privati, per l’appunto, da rigenerare, coinvolgendo gli imprenditori commerciali e i frequentatori dell’area storica cittadina che si connota per due funzioni specifiche: il commercio e la cultura. Stanno per essere somministrati questionari per raccogliere suggerimenti e indicazioni dei cittadini e dei commercianti".

"Il nostro è un lavoro che durerà tutto l’anno e cercherà di intercettare anche i proprietari privati di immobili da rigenerare che, auspicabilmente con incentivi pubblici, possano agire in questa direzione. Le imprese commerciali, di terziario e servizio beneficeranno degli auspicabili nuovi spazi rigenerati, così come le abitazioni, ma prima ancora - con l’attuazione degli interventi concreti - ne guadagnerà il centro storico e tutta la città, che diventeranno ancora più belli. Mi è capitato di dirlo ancora, commentando l’inizio dei lavori nelle Tre Piazze: la bellezza può salvare la città e darle nuova linfa nel post-pandemia. E di bellezza Cesena ne ha da vendere. Ma la bellezza va curata, alimentata, rigenerata. Dopo la guerra la parola chiave fu ricostruzione; nel dopo pandemia, ma già adesso nell’ultima fase di convivenza col virus, a Confcommercio piacerebbe che la parola chiave diventasse “rigenerazione”. Anche nel senso di un nuovo inizio in cui ciascuno di noi si rigeneri per diventare ancora più forti di prima del Covid. Confcommercio dà il suo contributo per costruire il futuro della città, che vogliamo lasciare migliore di come l’abbiamo trovata".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'appello di Patrignani (Confcommercio): "Coltiviamo la bellezza al centro storico"

CesenaToday è in caricamento