Calzaturiero, nuove sfide: lo storico tacchificio investe su Savignano e si amplia

L’ampliamento appena completato, con ulteriori 1.200 metri quadrati di superficie coperta, si è reso necessario sia per l’incremento di lavoro realizzato nelle ultime stagioni, sia per la diversificazione in corso nella gamma prodotti

Il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, accompagnato dal sindaco di Savignano sul Rubicone, Filippo Giovannini, ha inaugurato una nuova area dello stabilimento del Tacchificio Zanzani. Fondato oltre un secolo fa (1914) è inserito nel segmento di mercato dei fornitori di accessori per la scarpa Donna di fascia alta, ed è un punto di riferimento del distretto calzaturiero della valle del Rubicone. L’ampliamento appena completato, con ulteriori 1.200 metri quadrati di superficie coperta, si è reso necessario sia per l’incremento di lavoro realizzato nelle ultime stagioni, sia per la diversificazione in corso nella gamma prodotti. Oltre allo storico core business dei tacchi si è recentemente avviata anche la produzione delle suole per sneakers.

"Siamo orgogliosi e grati dell’attenzione delle istituzioni, Regione e Comune, nelle persone del Presidente Stefano Bonaccini e del sindaco Filippo Giovannini, che testimonia la loro vicinanza alle realtà produttive del nostro territorio, dichiara il presidente della società, Paolo Zanzani. "Da quattro generazioni - commenta il sindaco Giovannini - Zanzani investe su Savignano, senza mai delocalizzare o impoverire un territorio che a eccellenze manifatturiere come questa deve moltissimo, in termini di ricchezza, lavoro e prestigio. Oggi con questa inaugurazione si scrive un'altra pagina di storia aziendale, all'insegna di sostenibilità e innovazione green, a testimonianza di quanto i veri imprenditori che credono nel proprio lavoro non smettano mai di mettersi alla prova con nuove sfide". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento