Economia

Confartigianato, partecipata "messa di comunità" col vescovo Regattieri

La liturgia è stata accompagnata dal coro allestito da un gruppo di dipendenti che si erano trovati diverse volte per le prove, e così le letture e l'animazione della liturgia sono stati corali

Nella foto un momento della messa col vescovo in Confartigianato

E' stata preparata con cura e dedizione artigianale la messa di Natale che si è tenuta venerdì pomeriggio nella sede di Confartigianato Cesena in via Alpi, officiata dal vescovo monsignor Douglas Regattieri per dirigenti, staff e familiari dell'organizzazione che associa oltre tremila imprese nel comprensorio. Una messa di comunità. La liturgia è stata accompagnata dal coro allestito da un gruppo di dipendenti che si erano trovati diverse volte per le prove, e così le letture e l'animazione della liturgia sono stati corali.

In questo clima di coinvolgimento ha fatto ancora più breccia il messaggio del vescovo che si è soffermato sul significato profondo del Natale cristiano, ma anche su quello della dignità del lavoro e del servizio alla comunità, e del ruolo delle imprese che non sono isole ,ma tasselli vivificanti della  realtà sociale. "Si è trattato - rimarca il Gruppo di presidenza di Confartigianato -. Un momento di profonda spiritualità non rituale che ha rafforzato lo spirito unitario della famiglia di Confartigianato riunita nella casa in più presta la sua opera per le imprese, con un profondo valore religioso ma anche laico, e che quindi accomuna tutti, poiché i valori del cristianesimo e quelli della dottrina sociale della chiesa rivestono una universalità che va oltre il recinto della fede".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confartigianato, partecipata "messa di comunità" col vescovo Regattieri

CesenaToday è in caricamento