Economia

Ben 1242 partecipanti alla diretta Facebook di Confartigianato: "Accolte molte delle nostre richieste"

“Molte richieste di Confartigianato - hanno sottolineato - sono state accolte: il rinvio del pagamento dei tributi, i seicento euro che son diventi automatici, gli indennizzi a fondo perduto sulle perdite di fatturato"

Giudizio preliminare nel complesso positivo, ma tutto dipenderà da come sarà la sua ricaduta concreta a terra,  sul decreto Rilancio del Governo anche se forse il termine più appropriato sarebbe sostegno: è emerso al quinto video-evento promosso in diretta streaming sulla pagina facebook da Confartigianato Federimpresa Cesena, in maniera interattiva con 1242 partecipanti raggiunti e 585 interazioni, con domande e risposte in diretta. Marcello Grassi del Gruppo di Presidenza Confartigianato Cesenate, e il segretario Stefano Bernacci,  hanno espresso le valutazioni sul complesso nuovo Decreto che ha il peso economico di due Finanziarie.

“Molte richieste di Confartigianato - hanno sottolineato - sono state accolte: il rinvio del pagamento dei tributi, i seicento euro che son diventi automatici, gli indennizzi a fondo perduto sulle perdite di fatturato che potrebbero a maggio riguardare anche i cali di fatturato, gli sconti sulla bolletta energetica, lo sgravio sull’Irap, il ricorso ai crediti d’imposta sugli affitti e sui lavori di santificazione,  gli incentivi all’edilizia con l’ecobonus e il sisma bonus al 110%”. “Quanto alla cassa integrazione - hanno aggiunto presidente e segretario di Confartigianato -, per le imprese artigiane gli ammortizzatori sociali hanno funzionato: in trenta giorni i lavoratori delle impres e del settore sono stati in grado di ricevere gli ammortizzatori grazie all’efficacia dell’ente bilaterale di settore che ha finanziato le operazioni un tutt’Italia e nel territorio". “Domani il restante dieci per cento di attività artigianali ferme torna al lavoro - hanno aggiunto i conduttori del videoevento -. La situazione generalizzata per le imprese resta di grande difficoltà e un giudizio compiuto sul decreto rilancio potrà essere verrà quando si vedrà come si scaricherà a terra nella vita reale, poiché troppo spesso annunciazioni o provvedimenti che dovevano avere effetti importanti ,sono stati irretiti o vanificati dalla burocrazia e dalla mancanza di tempestività all’altezza delle necessità”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ben 1242 partecipanti alla diretta Facebook di Confartigianato: "Accolte molte delle nostre richieste"

CesenaToday è in caricamento