Mercato Saraceno, il recupero dell'evasione abbatte i costi della Tari: riduzione del 14%

Il recupero dell'evasione, che al momento vede ben oltre 115mila euro già incassati, consentirà il corposo abbassamento delle tariffe

Una bella sorpresa per i mercatesi che si vedranno recapitare a casa gli avvisi per il pagamento della Tari. Per il 2019 infatti, è stata prevista una riduzione media di ben il 14% rispetto alle tariffe del 2018. Pur rimanendo pressoché invariati i costi del servizio di gestione rifiuti, la grande e bella novità per i cittadini e per le imprese deriva dall'effetto delle azioni di recupero dell'evasione fiscale intraprese negli ultimi mesi.

Il recupero dell'evasione, che al momento vede ben oltre 115mila euro già incassati, consentirà il corposo abbassamento delle tariffe per tutti, sia famiglie che imprese. Ma non solo: l'effetto degli avvisi elaborati nei mesi scorsi dall'ufficio tributi e trasmessi ai contribuenti, è stato anche quello, assai importante, di allargare la platea delle utenze, andando a comprendere anche quelle fin ora non denunciate o infedelmente denunciate, e chiamate d'ora in poi a contribuire, per una più equa redistribuzione del costo totale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Sono importi di assoluto rilievo - dichiara il sindaco Monica Rossi - per un bilancio come il nostro, e siamo molto orgogliosi dell'efficacia delle azioni intraprese. Perseguiamo il principio dell’equità fiscale, e in questo modo recuperiamo risorse preziose per garantire il funzionamento dei servizi per i nostri cittadini". Restano inoltre valide le riduzioni del 100% dell'imposta di competenza comunale, e fino al massimo di 300 euro, per le utenze intestate ad attività economiche specifiche, come edicole, farmacie, multi licenza che esercitano attività nei centri abitati di Piavola, Linaro, San Romano e Ciola e nelle frazioni di Serra e Tornano, oltre che per le utenze di organizzazioni di volontariato, associazioni sportive e dilettantistiche e di promozione sociale.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento