Polizia locale, Lattuca: "Condotta antisindacale? Ferito. D'accordo con l'istanza ma rispettiamo la legge"

Il sindaco rompe il silenzio sulla vertenza che riguarda la Polizia Locale: "Non è una scelta politica, abbiamo solo preso atto di un orientamento consolidato che ci impone di rispettare i contratti collettivi nazionali"

Dopo settimane di silenzio parla il sindaco Enzo Lattuca sul caso Polizia locale e la vertenza aperta ormai da settimane. Il braccio di ferro riguarda il lavoro effettuato dagli agenti della municipale durante i giorni festivi infrasettimanali.

"Abbiamo grande rispetto del lavoro del corpo di Polizia locale, che tornerà impegnativo con le nuove misure anti-Covid, la tensione non è proficua. L'orientamento è consolidato da parte della  Cassazione e dell'Aran che hanno chiarito più volte che il trattamento per i festivi infrasettimanali è lo stesso delle domeniche. Ciò significa che c'è una maggiorazione retributiva, ma non c'è anche la possibilità di recuperare un giorno di riposo compensativo".

"Gli atti che vengono contestati dai sindacati - spiega Lattuca - sono quelli dei dirigenti, che noi non possiamo mettere in discussione. Il Comune di Cesena si è mosso nell'ambito dei chiarimenti di Cassazione e Aran. Cosa ci chiedono i sindacati? Fare pressione sui nostri dirigenti? Non è una scelta politica, abbiamo solo preso atto di un orientamento consolidato che impone all'amministrazione di rispettare i contratti collettivi nazionali, come sono interpretati dagli organi competenti. Non siamo contrari all'istanza portata avanti dai sindacati ma abbiamo preso atto che non c'è margine di discrezionalità politica".

Sullo sciopero: "Mi rattrista e mi ferisce molto essere accusato insieme all'assessore Ferrini di condotte anti-sindacali. Lo sciopero era previsto nel giorno del Giro, non è stato annullato dalla Prefettura o dal Comune, ma dalla commissione di garanzia sugli scioperi che ha sede a Roma. Quest'ultima ha ritenuto lo sciopero illegitimo per la vicinanza con lo sciopero generale del prossimo 23 ottobre. L'assemblea sindacale è stata differita con un atto del comandante della Pl per le particolari esigenze di quella giornata di passaggio del Giro d'Italia".

"Siamo disponibili ad incontrare i sindacati e gli agenti in assemblea, condividiamo l'istanza ma non possiamo andare contro il principio di legalità", conclude il sindaco. "Non possiamo fare una cosa illegale - gli fa eco l'assessore Luca Ferrini - non è una questione politica ma prettamente giuridica", sottolinea l'assessore e avvocato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Cosa si può fare in 'zona arancione'? Le faq con le risposte a tutte le domande

  • Coronavirus, 100 nuovi positivi nel Cesenate. Si piangono altre 5 anziane vittime

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

Torna su
CesenaToday è in caricamento