Il sindacato Nursing Up protesta: "Una fornitura di ambulanze non ha passato il collaudo"

 "Si tratta di una gara che risale al 2017 - precisa il sindacalista - e che fin da subito ha visto un percorso molto difficile caratterizzato da continue richieste di deroghe"

n quali condizioni sono gli automezzi (automediche e ambulanze) in dotazione dell'Ausl Romagna? A chiederlo è Gianluca Gridelli, della segreteria Nursing Up (sindacato infermieri italiani) dopo che una recente inchiesta, andata in onda sul Tg Regionale, ha messo in luce il fatto che, in una gara da oltre 6 milioni di euro, un certo numero di ambulanze fornite all'AUSL della Romagna non hanno superato il collaudo di idoneità.

 "Si tratta di una gara che risale al 2017 - precisa il sindacalista - e che fin da subito ha visto un percorso molto difficile caratterizzato da continue richieste di deroghe da parte della ditta che si è aggiudicata l'appalto. Da quello che è emerso 5 autoambulanze sono state iscritte al PRA nonostante non avessero passato il collaudo intestandole direttamente all’AUSL della Romagna dal 1° ottobre 2018, anziché procedere, essendo ancora nei termini, all’annullamento dell’immatricolazione. Inoltre per altre tre auto mediche, consegnate in data 7 giugno 2018 e collaudate positivamente a settembre dello stesso anno è stata inviata dal Responsabile Vendite della concessionaria, una nota con cui è stato comunicato all’AUSL della Romagna il blocco della consegna delle medesime, le quali attualmente - fatto ancora più grave - non sono pertanto nella disponibilità del parco automezzi del 118 dell’Azienda Sanitaria pur essendo state registrate al PRA dal fornitore, a nome dell’Azienda AUSL della Romagna".

Nonostante l’AUSL abbia già specificato che le inadempienze non hanno avuto ricadute negative sul servizio offerto alla collettività il Nursing Up ha modo di credere che qualche problema sia stato registrato, se non altro il fatto che a essere consegnati, a oggi, è stata solo una parte dei mezzi previsti dalla gara, ovvero 26 ambulanze su 35 e 2 automediche su 7. Quindi all'appello mancherebbero 9 ambulanze e 5 automediche, che, secondo il sindacato, non sono pochi mezzi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Abbiamo già richiesto chiarimenti alla Direzione Generale anche per sapere se anche tutti gli altri automezzi in possesso dell'Ausl siano conformi alla DRG n. 44/2009 sull'accreditamento dei mezzi di soccorso, mezzi che non debbono avere più di 7 anni o 300.000km. Bisogna ricordare che l'affidabilità  del mezzo in dotazione all'equipaggio del 118 deve essere garantito sia per l'incolumità dell'utente trasportato sia per tutto il personale afferente al servizio di 118".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tragico incidente in bici, è morto dopo due giorni di agonia l'agente di Polizia

  • Mentre va in bici viene colpito da un'auto: è gravissimo

  • Tragedia sulla spiaggia di Cesenatico, trovata riversa nell'acqua: muore l'anziana turista

  • In funzione da lunedì, ecco dove saranno i 3 T-Red: "Per ridurre gli incidenti negli incroci pericolosi"

  • Dopo il lockdown il bar non riapre più: "A queste condizioni non possiamo andare avanti"

  • Coronavirus, nel cesenate tre nuovi casi e nessun decesso

Torna su
CesenaToday è in caricamento