rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Cronaca Mercato Saraceno

Ecco la prima casa a portata di clic per Yuri, atleta paralimpico e studente di ingegneria: il Pnrr premia l'inclusione con 715mila euro

A Yuri, atleta paralimpico, studente universitario di Ingegneria Biomedica, lavoratore con esperienza nel settore, sottoposto a un intervento di amputazione della gamba sinistra, basteranno due telecomandi per controllare la casa in autonomia

Basta un clic. Avere a disposizione un’abitazione che risponda alle proprie esigenze. È questa una delle condizioni assolute che consentono la piena autonomia domestica delle persone con disabilità e concretizzata dai Servizi Sociali dell’Unione dei Comuni Valle del Savio che, grazie a un finanziamento Pnrr di 715 mila euro, hanno realizzato il sogno del ventottenne Yuri Prezzi trasformando un appartamento ERS a Mercato Saraceno in una casa domotica. La domotica per disabili rende possibile, a chi ha varie forme di disabilità, la piena fruizione della propria abitazione con tutti i suoi impianti. A Yuri, cittadino dell’Unione Valle Savio, atleta paralimpico, studente universitario di Ingegneria Biomedica, lavoratore con esperienza nel settore, sottoposto a un intervento di amputazione della gamba sinistra nel 2010, basteranno due telecomandi per controllare l’abitazione in piena autonomia e lavorare e studiare da casa.

GUARDA IL VIDEO

La redazione dei progetti e il finanziamento PNRR

Il 9 dicembre del 2021 il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha adottato il Piano Operativo per l’adesione alle progettualità di cui alla Missione 5, Componente 2, Sottocomponente 1 del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza “Servizi sociali, disabilità e marginalità sociale”. L’Unione dei Comuni Valle del Savio il 31 marzo ha presentato la domanda di ammissione al finanziamento per 2 progetti legati all’autonomia delle persone con disabilità e il 9 maggio scorso ha ricevuto la conferma dell’ammissione al finanziamento dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (715 mila euro a progetto). Entrambi i progetti – di cui beneficeranno rispettivamente 12 persone – hanno un focus specifico e vogliono allargare, all’intero territorio nazionale, le progettualità per la “vita indipendente” e per il “dopo di noi” con attenzione particolare a tre aspetti: Progetto di vita indipendente, Autonomia abitativa e Domotizzazione degli appartamenti, Autonomia attraverso il lavoro.

La necessità di servizi di questo tipo è stata più volte sottolineata dal territorio e dalle Associazioni del Terzo Settore: per questa ragione l’Unione Valle Savio ha elaborato 2 progetti sulla medesima linea di finanziamento. Inoltre, proprio per valorizzare e potenziare il legame e la collaborazione col territorio, l’Unione ha voluto sin da subito intraprendere un percorso partecipato di co-programmazione insieme agli Enti del Terzo Settore del territorio con l’obiettivo di cogliere le istanze e definire i contenuti progettuali di dettaglio: il percorso, inaugurato con un Bando pubblico e svoltosi per tutto il mese di aprile, ha visto il coinvolgimento di 11 associazioni che hanno partecipato attivamente portando la loro esperienza e collaborando alla definizione delle azioni progettuali. Le associazioni presenti sono state: ANFFAS, ACEA, Associazione Adamantina, CAD, CISA, CILS, CVS, ENAIP, GRD, Papa Giovanni XXIII e Techné. Dopo consultazione con tutti i Comuni dell’Unione Valle Savio (Cesena, Bagno di Romagna, Mercato Saraceno, Montiano, Sarsina e Verghereto) e dopo audizione di tutte le associazioni richiamate, sono stati candidati al progetti i seguenti immobili:

Per il primo progetto: 4 alloggi ERS in Via Parini, Quartiere Fiorita, Cesena: ciascuno di questi alloggi può ospitare fino a 2/3 persone. Per il secondo progetto, invece: 1 alloggio ERS, in via Luigi Einaudi, Mercato Saraceno, che può ospitare fino a 2 persone; piano terra, immobile (Ex Montecatini), in via Vigne, quartiere Cervese Sud, Cesena che, come da indicazioni ministeriali, potrà ospitare fino a 6 persone.

Ciascun immobile selezionato, a prescindere dal progetto all’interno del quale è inserito, potrà essere utilizzato: sia come abitazione fissa, per i beneficiari già pronti a vivere in autonomia, sia come “palestra”, per i beneficiari che hanno bisogno di apprendere per gradi le competenze necessarie a compiere questo importante passo verso il lavoro e l’abitazione autonoma.

Il primo appartamento domotizzato a Mercato Saraceno

Autonomia sinonimo di libertà. Il primo appartamento individuato è stato un immobile del Patrimonio ERS di Mercato Saraceno che, durante il mese di agosto e le prime settimane di settembre, è stato oggetto di domotizzazione, arredo e definizione del progetto abitativo. L’alloggio è un bilocale, di recente costruzione, con una superficie complessiva di 54 metri quadrati: è dotato anche di posto auto coperto. Oggi l’appartamento si presenta completamente arredato e domotizzato sulle specifiche esigenze lavorative e di vita del primo ospite con disabilità, Yuri Prezzi, nominato inoltre facilitatore del progetto PNRR per tutta l’Unione Valle Savio. I lavori di domotizzazione sono stati affidati alla ditta Audiotime S.r.l., rappresentata da Massimo Marucci, che da anni lavora nel settore della domotica e dell’automazione per abitazioni.

L’abitazione che sarà abitata da Prezzi per i prossimi otto anni è stata dotata di sistemi intelligenti che, da soli, esercitano il controllo su tutti gli impianti elettrici, di climatizzazione, automazioni, sicurezza, videosorveglianza, audio, di telecomunicazione, illuminazione. Quelli di domotica sono infatti impianti innovativi perché volti soprattutto al risparmio energetico e al miglioramento della qualità della vita delle persone che ne usufruiscono all’interno della casa.

Gli interventi di domotizzazione proseguiranno nell’immobile di Via Parini, con la profilazione dei beneficiari e l’individuazione della migliore tecnologia domotica adatta alle specificità di ciascun abitante. Subito dopo, gli interventi proseguiranno in Via Montecatini, dove l’intervento sarà ancora più “spinto”, nella logica di rendere fruibili gli spazi per esperienze di “palestra” e per tutte le forme di disabilità. Anche questo progetto PNRR, come per tutte le linee di investimento PNRR sul territorio nazionale, vedrà la sua chiusura nel marzo 2026.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco la prima casa a portata di clic per Yuri, atleta paralimpico e studente di ingegneria: il Pnrr premia l'inclusione con 715mila euro

CesenaToday è in caricamento