menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di Piero Pasini

Foto di Piero Pasini

Cesena accoglie Papa Francesco: la diretta della storica visita pastorale

Numerosi i fedeli che hanno seguito i consigli forniti dall'amministrazione comunale, presentandosi dietro le transenne che scorrono lungo il percorso papale già nella notte

E' il grande giorno. E' una domenica storica per Cesena, che accoglie Papa Francesco per la visita pastorale che coincide con le celebrazioni per i 300 anni della nascita di papa Pio VI, il cesenate Braschi. "E' una grande occasione per dare prova della nostra ospitalità", ha affermato alla vigilia dell'incontro il sindaco della città malatestiana, Paolo Lucchi. Numerosi i fedeli che hanno seguito i consigli forniti dall'amministrazione comunale, presentandosi dietro le transenne che scorrono lungo il percorso papale già nella notte. CesenaToday-RomagnaOggi.it seguirà minuto per minuto la visita del Pontefice attraverso il racconto degli inviati.

LA DIRETTA

Ore 10.14 Si chiude la diretta speciale per la visita del Papa. Da CesenaToday un cordiale saluto a tutti i lettori.

Ore 10.07 IL PAPA IN PIAZZA DEL POPOLO: IL VIDEO (di Alessandra Salieri).

Ore 9.59 Diversi i punti salienti della visita di Papa Francesco. Due ore intense. Da Cesena parte la rivoluzione del Pontefice: "Giovani ascoltate e parlate gli anziani!"

Ore 9.58 Terminata la visita del Papa, che decollerà dall'ippodromo per dirigersi a Bologna.

Ore 9.57 L'uscita del Papa dalla Cattedrale (foto di Piero Pasini).
PAPA-CATTEDRALE-CESENA-2

Ore 9.53 Qualcuno ha tirato un fazzoletto e ha colpito il Papa nell'occhio. Piccolo incidente affettuoso.

Ore 9.52 Un boato di gioia accoglie il Pontefice lungo il percorso.

Ore 9.51 Il Papa sale sulla Papa Mobile e inizia il percorso verso l'ippodromo.

Ore 9.49 "Vi auguro buona domenica! Grazie a tutti! Il coro canta davvero bene. Cosa devono fare i giovani? Parlare con gli anziani. Così diventerete rivoluzionari! Ciao e il Signore vi benedica!".

Ore 9.48 L'attesa (foto di Piero Pasini).
IMG-20171001-WA0069-2

Ore 9.47 Francesco bacia un bambino e la madre scoppia in lacrime. Una bellissima fotografia.

Ore 9.46 Francesco si ferma a parlare con i fedeli e intrattiene anche lunghi dialoghi.

Ore 9.45 Il Papa si incammina verso l'uscita.

Ore 9.44 Il Papa esce dalla sacrestia e si intrattiene con diversi fedeli.

Ore 9.40 Francesco si è focalizzato al dialogo tra anziani e giovani durante il suo discorso sia in Cattedrale che in Piazza del Popolo. Evidentemente vene sempre meno il dialogo tra le generazioni nella civiltà e ne sente la necessità.

Ore 9.39 Il Papa si sta ancora intrattenendo nella sacrestia in Cattedrale.

Ore 9.33 La folla attende Francesco
attesa-papa-francesco-2

Ore 9.31 Il Papa in Cattedrale
PAPA-FRANCESCO-DUOMO-2

Ore 9.30 IL VIDEO DEL DISCORSO DEL PAPA IN PIAZZA DEL POPOLO: CLICCA QUI

Ore 9.28 Cori "Francesco Francesco" dopo la benedizione. Al Pontefice la donazione del quadro di San Vicinio. Il Papa dona un calice alla Diocesi. Il Papa ora va in sacrestia per incontrare una famiglia della comunità Papa Giovanni che abita in episcopio.

Ore 9.26 Arriva la benedizione: "Vi benedico di cuore e pregate per me!"

Ore 9.25 "Siate coraggiosi! E se non lo siete, mordetevi la lingua!"

Ore 9.24 "Siate tenaci di rendere testimonianza al Vangelo, camminando insieme. Ci saranno comprensioni. A quel punto parlate. Ma mai le chiacchiere!. Le chiacchiere sono un atto di terrorismo. Gettate una bomba!"

Ore 9.23 "Contagiate nelle comunità lo spirito missionario"

Ore 9.22 "A volte ho notato preti tristi. Ma ha fatto colazione con caffè-latte o aceto?. Bisogna trovare la gioia di finire la giornata stanchi. Questo è bello. Senza dover prendere micidali". Papa Francesco scherza in un discorso molto profondo.

Ore 9.21 Ai sacerdoti. "Riscoprite la gioia di esser preti. Non perdetela! Ma forse vi aiuterà leggere i quattro numeri finali dei Vangeli nuziali. La gioia non va persa".

Ore 9.18 "Quando confesso i giovani e mi dicono che sono stanchi o che perdono pazienza con i figli perchè c'è tanto da fare, la prima domanda è quanti figli hanno. E l'altra è se giocano. Tante volte ho sentito dai genitori, specie dai papà, che i bimbi dormono quando escono. La situazione socio-economica attuale chiude al rapporto tra padre e figli. Bisogna trovare il modo che le famiglie possano perdere il loro tempo per giocare con i figli". Tanti applausi.

Ore 9.17 "Una chiesa attenta ai giovani è una chiesa familiare. Un giovane che non sa accarezzare qualcosa manca di qualcosa. E lo stesso vale per l'anziano: deve ascoltare il giovane. L'educazione all'affettività e all'amore ce lo chiede il Signore, in un momento così difficile alle presa con la crisi socio-economica".

Ore 9.16 "I vecchi sogneranno. E i giovani saranno profeti. Ma devono essere i giovani a fare sognare i vecchi". Il Papa cita il profeta Gioele

Ore 9.15 "La vocazione degli anziani non va in pensione".

Ore 9.15 "Per spingere i giovani c'è bisogno di ripristinare il dialogo tra giovani e anziani". Sentiti applausi, è la terza interruzione

Ore 9.14 "I giovani possono trovare nel Vangelo la prospettiva della vita in una società che salta l'Io"

Ore 9.13 "I giovani sono la parte viva della chiesa. Che possano diffondere la loro testimonianza".

Ore 9.12 "Recuperare la capacità di guardare. Si possono vedere tanti volti grazie ai mezzi di comunicazione, ma bisogna vedere negli occhi. Così si puà fare la rivoluzione della tenerezza". Applausi sentiti.

Ore 9.11 "Sentiamo il bisogno profondo di restare saldamente uniti al centro della fede. Il Cuore di Cristo è pieno di misericordia e amore"

Ore 9.10 "La preghiera è la forza della nostra missione, come ha dimostrato Santa Teresa di Calcutta".

Ore 9.08 La sofferenza nel centro del discorso del Papa.

Ore 9.07 "Vi ringrazio per la vostra accoglienza. La mia presenza esprime la vicinanza alla vangelizzazione. Annunciare e testimoniare con gioia il Vangelo è la nostra missione"

Ore 9.06 Si prepara a parlare Papa Francesco.

Ore 9.03 Il Papa ascolta con attenzione il vescovo Regattieri: "O babbo mio, dolce Cristo in terra, chiediamo l'apostolica benedizione". Applausi.

Ore 9 "Il cielo ha riservato di nuovo a questa città una grande grazia. Speriamo di esserne degni. Siamo certi che la sua visita segnerà la storia della città e della comunità diocesana".

Ore 8.59 Escursus storico di Regattieri.

Ore 8.58 Parla il vescovo: "Santo Padre, accolga il mio cordiale saluto di benvenuto, insieme a quello della città e della Diocesi".

Ore 8.57 Il Papa sale sul presbiterio. Al suo fianco il vescovo Regattieri.

Ore 8.56 Francesco, sotto le note del coro della Cattedrale, si sta intrattenendo con i sacerdoti anziani, uno ad uno

Ore 8.55 Si segnala all'esterno qualche goccia di pioggia.

Ore 8.54 Salutati due decani, tra cui don Mario Lucchi, 98 anni, e la suora di 105 anni, che hli ha dato un buffetto sulla guancia.

Ore 8.51 IL PAPA IN CATTEDRALE: TUTTE LE FOTO

Ore 8.51 IL PAPA IN CATTEDRALE: LE FOTO
 papa-cattedrale-3

Ore 8.46 L'ARRIVO DI PAPA FRANCESCO IN PIAZZA DEL POPOLO: IL VIDEO

Ore 8.45 Il Papa incontra gli ammalati presenti.

Ore 8.42 Il Papa in preghiera nella cappellina della Madonna del Popolo, dove pregò anche Giovanni Paolo II nella visita di 31 anni fa.

Ore 8.41 Il Pontefice ha benedetto l'ingresso e sta percorrendo la navata.

Ore 8.40 "Ci rivediamo dopo". Il Papa entra in cattedrale.

Ore 8.38 Papa Francesco sorride e si intrattiene anche con le persone in prima fila. Molte le persone in lacrime. Tanti ad immortalare questo momento con lo smartphone. Il Pontefice ha salutato scout e piccoli ammalati.

Ore 8.37 IL PAPA ARRIVA IN PIAZZA GIOVANNI PAOLO II

Ore 8.36 Il Pontefice, mentre si sposta con la Papa Mobile, stringe le mani dei cittadini.

Ore 8.35 Coro diocesano di 200 elementi canta per il Papa.

Ore 8.34 Da corso Mazzini il pezzetto davanti al palazzo del Ridotto dopo 300 anni diventa Largo Pio VI. A scoprire la targa il sindaco Paolo Lucchi.

Ore 8.33 L'ATTESA (foto di Cristiano Frasca)
IMG-20171001-WA0052-2

Ore 8.32 Il Papa sale sulla "Papa Mobile.

Ore 8.31 Continua il "fuori programma" del Papa, con l'abbraccio al popolo.

Ore 8.28 IL PAPA SALUTA GLI AMMALATI. Un bellissimo gesto.

Ore 8.27 "Prima di andarmene, mi avvicino a coloro che sostengono con sofferenza e silenzio lo sviluppo della città. Arrivederci!"

Ore 8.28 Davide Drei incontra il Papa.

Ore 8.27 Il discorso del Papa incentrato su "buona politica" e popolo. Non un discorso di circostanza.

Ore 8.26 Il sindaco a colloquio con il Papa, tanti applausi.

Ore 8.25 TERMINA TRA APPLAUSI IL DISCORSO DEL PAPA

Ore 8.24 "Il Popolo si attende lo sviluppo del patrimonio e delle sue potenzialità. Il Popolo è il bene dei poveri. A Dio affido la vita sociale e civile della vostra città".

Ore 8.23 "Occorre rilanciare i diritti della buona politica. La propria indipendenza, idoneità specifica, diminuire le disiguaglianze, fornire una solida cornice di diritti e doveri. Vanno bilanciati tutti e due. E renderli effettivi per tutti".

Ore 8.21 "Tutti hanno diritto di voce. Ascoltate voci e anziani. Giovani perchè devono portare avanti, gli anziani hanno la saggezza della vita ed hanno l'autorità nel dire ai giovani "Quando ragazzo-ragazza, su questo sbagli. Pensaci, prendi l'altra strada". Questo rapporto tra anziani e giovani è un tesoro che dobbiam ripristinare. Oggi è l'ora del dialogo tra giovani e anziani. Per favore andate su questa strada!".

Ore 8.17 "Siate esigenti con voi stessi".

Ore 8.16 "Riscoprite il valore essenziale della convivenza civile".

Ore 8.15 "Serve un realismo sano. Non limitarsi ad osservare e criticare dal balcone l'operato degli altri. Questo è un difetto, quando le critiche non sono costruttive. Se il politico sbaglia ci sono molti modi per dirlo. Costruttivamente, senza balconare la vita aspettando un fallimento. Perchè questo non costruisce la civiltà".

Ore 8.14 "Quando il politico sbaglia abbia la prontezza di dire "Ho sbagliato". Perchè questo è nobile".

Ore 8.13 "Vi invito a considerare la nobilità della politica".

Ore 8.12 "La base del buon governo della città, che la vede bella e sana, è il lavorare per il bene comune. Questa Piazza richiama la necessità per la vita della comunità della buona politica. Non servono ambizioni individuali. Una politica che non sia nè serva nè padrona, ma amica e collaboratrice. Non paurosa e avventata, ma responsabile, coraggiosa e prudente. Che coinvolga le persone e che non saccheggi ed inquini. Un servizio inestinabile al bene dell'intera collettività. Che sia una nobile forma di carità. I giovani si impegnano in questo campo, assumendo dall'inizio la prospettiva del bene comune, respingendo ogni minima forma di corruzione, che è il tarlo della vocazione politica. La corruzione non lascia crescere la civiltà. Il buon politico ha anche la propria croce, perchè deve lasciare tante volte le sue idee personali per prendere le iniziative degli altri e armonizzarle. Il buon politico sempre finisce per esser un martire al servizio, perchè lascia le proprie idee, ma non le abbandona. Le mette in discussione col bene comune. E questo è molto bello".

Ore 8.11 "Questa Piazza s'impasta il bene comune di tutti. Si lavora per il bene comune di tutti. Questa armonizzazione dei desideri propri e della comunità fanno il bene comune".

Ore 8.09 "Cari Fratelli e sorelle BUONGIORNO. Mi piace iniziare la visita incontrando la cittadinanza. Una città ricca di civiltà e carica di storia, che ha dato i natali a due Papi, Pio VI e Pio VII. Da secoli questa Piazza costitutisce il punto di incontro dei cittadini. E merita il suo nome Piazza del Popolo. O semplicemente La Piazza. Perchè è del popolo. Spazio pubblico, dove si prendono decisioni rilevanti e si avviano iniziative economiche e sociali. E' un luogo emblematico dove le aspirazioni dei singoli si confronto con i sogni della cittadinanza".

Ore 8.08 Ciao Francesco urlano

Ore 8.08 Si prepara il discorso

Ore 8.08 IL PAPA SALE SUL PALCO DI PIAZZA DEL POPOLO

Ore 8.07 Si percepisce una forte emozione.

Ore 8.06 Sventolano i fazzoletti gialli. I bambini esultano alla vista del Papa nei maxi schermi.

Ore 8.05 In tanti ricordano la visita di Papa Giovanni Paolo II nel maggio del 1986.

Ore 8.04 La visita del Papa si esaurirà in circa due ore.

Ore 8.03 Si respira aria di festa!

Ore 8.01 Si intravede già il corteo in via Battisti.

Ore 7.58 PAPA FRANCESCO E' PARTITO ORA DALL'IPPODROMO

Ore 7.56 L'attesa in Piazza del Popolo: LE FOTO

ORE 7.55 IL PAPA' E' ARRIVATO A CESENA

Ore 7.54 Cappella Madonna del Popolo in Duomo: malati in attesa Papa.
2017-10-01-PHOTO-00000097-2

Ore 7.53 Le aree di vuoto tra un settore e l'altro in Piazza del Popolo discende dai nuovi decreti emanati dopo i fatti di Torino.

Ore 7.52 Nella piazza un settore sotto il palco è stato riservato alle autorità, subito a fianco un'area per gli invalidi. Nella piazza, con collegamento audio col duomo si sentono i canti in corso nel Duomo da parte del coro del Duomo.

Ore 7.48 A circa tre quarti d' ora dall'arrivo del Papa in Piazza del Popolo, ci sono circa mille in questo angolo del centro, che si sono assiepate dietro alle transenne. Molti spazi sono stati lasciati vuoti per motivi di sicurezza, ma appare evidente un'affluenza di fedeli inferiore alle aspettative.

Ore 7.47 L'attesa della notte: TUTTE LE FOTO

Ore 7.42 La situazione nella cappella della Madonna del Popolo in Duomo con malati in attesa Papa.
interno-cappella-madonna-popolo-2

Ore 7.34 CURIOSITA' - C'è Antoniette che da Ponte Abbadesse è arrivato alle 2 e mezza per prendere il posto. Milena e Rita Benedetti che da San Vittore si sono alzate all'una per giungere in centre piedi da via Savio. 3 chilometri a piedi. Sono arrivate alle 3 e non c"era nessuno. "Volevamo stare qui in prima fila", raccontano. Tutti a piedi da Ponte Nuovo. Annamaria e Silvana sono arrivate a piedi da Sant'Egidio dopo esser partite alle 6. Sono in prima fila anche loro.

Ore 7.27 Presenti anche sindaci di altre città romagnole: Michele De Pascale (Ravenna), Matteo Gozzoli (Cesenatico) e Andrea Gnassi (Rimini) solo per citarne alcuni
IMG_1603-2

Ore 7.27 Numerosi i volontari che portano da mangiare ai bambini. Davanti al Duomo sono circa 500, mentre in Piazza Almerici circa 200
IMG_1600-2

Ore 7.27 Da pochi minuti il vescovo Regattieri è partito dal Duomo per andare ad accogliere il Papa. Con lui anche monsignor Walter Amaducci.

Ore 7.26 Il sindaco Paolo Lucchi e la senatrice Laura Bianconi in piazza già nel cuore della notte.
laura-bianconi-paolo-lucchi-visita-papa-2

7.26 Alle Vigne, prima del sottopasso delle Ferrovie, molte le auto in sosta.

7.25 Già alle 4 in centro storico erano presenti diversi fedeli. Ad accogliergli gruppi Scout. I bambini delle parrocchie esterne hanno dormito al Don Baronio. Sono stati distribuiti fazzoletti gialli da sventolare.

7.24 Alcuni numeri dell'imponente organizzazione: 400 uomini delle forze dell'ordine, 800 volontari. Imponenti le misure di sicurezza - LEGGI QUI PER I DETTAGLI

7.24 IL PROGRAMMA COMPLETO - Qui il programma della visita del Papa a Cesena: CLICCA QUI 

7.24 Accolto all’ingresso dal canto della corale Santa Cecilia, il Papa visiterà la cappella della Madonna del Popolo per alcuni minuti di adorazione eucaristica. Qui saluterà uno a uno una ventina di malati, con gli accompagnatori. In presbiterio, dopo l’indirizzo di saluto del vescovo, il Santo Padre rivolgerà il suo discorso alla comunità diocesana. Il Papa rientrerà in Cattedrale dalla sacrestia, ripercorrerà la navata centrale, uscirà sulla piazza Giovanni Paolo II. Qui rivolgerà un saluto a bambini e giovani e salirà sull’auto scoperta. Alle 9,45 partirà seguendo il tragitto: corso Mazzini, largo Pio VI, via Carbonari, via Cesare Battisti fino all’eliporto dove, alle 10, è previsto il decollo da Cesena per Bologna. Le autorità che hanno accolto il Santo Padre si congederanno.

7.23 In piazza Giovanni Paolo II alle 9, davanti alla Cattedrale, bambini e giovani del coro diocesano “Alma canta” insieme ad altri operatori della pastorale giovanile gremiranno piazza Giovanni Paolo II

7.22 Dopo l’incontro in piazza del Popolo, papa Francesco percorrerà via Zeffirino Re, su auto scoperta, facendo tappa (senza scendere dall’auto) di fronte al Palazzo del Ridotto, per l’inaugurazione dello spazio denominato “Largo Pio VI”

7.22 Con la "Papa Mobile" Francesco procederà verso il centro storico, passando per viale Matteotti. Il Papa raggiungerà piazza del Popolo dove, alle 8,15, dal palco rivolgerà il suo discorso di saluto alla città.

7.22 Il Papa arriverà in elicottero alle 8 e atterrà all'ippodromo. Ad accoglierlo ci saranno il sindaco Paolo Lucchi, il presidente della provincia Davide Drei e il prefetto Fulvio Rocco de Marinis. Ci saranno anche due bambini della parrocchia di Santa Maria della Speranza.

7.21 COME ORGANIZZARSI - Tenuto conto delle consistenti modifiche alla circolazione previste domenica mattina, i cittadini che desiderano partecipare all’evento sono invitati a lasciare l’auto nei parcheggi dell’area stazione – Montefiore. Per raggiungere il centro il Comune ha previsto di attivare un servizio di bus navetta che funzionerà ininterrottamente dalle 5 alle 12 e collegherà l’area Montefiore a via Curiel. Da qui i cittadini potranno proseguire verso viale Mazzoni e piazza del Popolo attraversando via Cesare Battisti nel varco pedonale di via Rosselli. Si ricorda, infatti, che via Cesare Battisti (dove transiterà il corteo papale) potrà essere attraversata solo in alcuni punti: oltre al varco di via Rosselli, ne è previsto uno all’incrocio con via IV novembre. Complessivamente sono 10 i bus navetta che faranno la spola fra il Montefiore e via Curiel, in modo da garantire il trasporto del maggior numero di fedeli. 

7.20 Cesena è in attesa per l'arrivo del Pontefice. Molti bar sono rimasti aperti nel cuore della notte per accogliere i visitatori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Mare e terra in un piatto gustoso: la seppia coi piselli

Ristrutturare

Muri portanti: cosa c'è da sapere prima di modificarli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento