Natale a Cesena, il MNS: "Bisogna proteggere il commercio nel centro storico"

Per Movimento Nazionale per la Sovranità Cesena questo periodo natalizio, quando il nostro commercio e’ a massimo regime, deve servire a ragionare su come proteggere il commercio nel centro storico di Cesena.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

"Per Movimento Nazionale per la Sovranità Cesena questo periodo natalizio, quando il nostro commercio e’ a massimo regime, deve servire a ragionare su come proteggere il commercio nel centro storico di Cesena. Ebbene sì, secondo noi il commercio del centro storico va prima di tutto protetto e quindi valorizzato perché in questi anni si è comunque assistito ad un graduale impoverimento delle attività commerciali. Infatti la chiusura di esercizi commerciali, anche storici, non è stata sufficientemente assorbita dalle nuove attività. Risulta infatti sotto gli occhi di tutti che nelle vie del centro diversi negozi siano ancora chiusi lasciando nel nostro amato centro storico vetrine spente. Probabilmente occorre un cambio di marcia rispetto a questa amministrazione che dal punto di vista delle idee ha puntato molto, o quasi tutto, sul settore ristorazione e bar. Lasciando invece ai margini il resto del settore commerciale . Per carità il centro si è arricchito di pubblici esercizi che portano gente ma dopo le 19.30 quando i negozi del commercio al dettaglio sono oramai chiusi"
 
Non bastano più probabilmente i bandi per gli sgravi fiscali e per i contributi a fondo perduto. Cosa occorre allora ? A nostro parere occorre un piano commerciale condiviso con le associazioni di categoria in cui il commercio diventi strategico. Cosa che fino ad oggi il Pd ed il sindaco Lucchi non sembrano aver prodotto limitandosi ad organizzare eventi quasi autoreferenziali e forse pensando un po’ troppo alla grande distribuzione.  Esempio lampante la realizzazione , proprio nel periodo natalizio, nella nuova Piazza della Libertà di una succursale del Conad provvisto addirittura di un bar.  Una concessione che, anche se provvisoria, non fa altro che fare concorrenza ai piccoli negozi ed esercizi. A nostro parere occorre concentrarsi su tre direttrici . Piano Parcheggi a servizio del commercio- Arredo Urbano che valorizzi ed identifichi il commercio -Eventi caratterizzanti e forti che possano fare di Cesena un piazza interessante.  In questo modo siamo sicuri che il nostro centro storico diventerà  l’anima della città . 

Luca Lucarelli  e Michael Maraldi 
Coordinatori Movimento Nazionale per la Sovranità Cesena 

Torna su
CesenaToday è in caricamento