menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montagna, Montalti (Pd): "Dobbiamo poter decidere sull'uso del Recovery Fund sui nostri territori"

Il consigliere regionale Lia Montalti commenta l’approvazione in Assemblea Legislativa dell’ordine del giorno, di cui è prima firmataria, sul percorso indicato al Governo per rendere protagonista la Regione

"Come espresso anche dal presidente Bonaccini martedì in dibattito, è necessario la Regione possa dare il suo contributo, coinvolgendo l’Assemblea Legislativa e i consiglieri, nel Piano nazionale sul Recovery Fund. Il segnale che abbiamo dato ieri è che noi ci siamo e vogliamo poter dare un contributo sull’utilizzo dei finanziamenti europei che arriveranno nei prossimi anni, mettendo al centro i cittadini ed i territori". Il consigliere regionale Lia Montalti commenta l’approvazione in Assemblea Legislativa dell’ordine del giorno, di cui è prima firmataria, sul percorso indicato al Governo per rendere protagonista la Regione in sede di programmazione dell’utilizzo del Recovery Fund e sui fondi arrivati alla montagna anche grazie al lavoro fatto in Assemblea e nelle commissioni preposte dalla rappresentante di Forlì-Cesena.

"E proprio per sostenere i territori più fragili abbiamo lavorato sul Programma straordinario di investimento per le aree più colpite dalla pandemia e per i comuni montani, prevedendo in assestamento di bilancio risorse per 40 milioni di euro - spiega la consigliera dem -: riqualificazione urbana, tutela ambientale e sostenibilità energetica, servizi alla persona e rilancio turistico sono i settori principali su cui si potrà intervenire. Nello specifico si tratta di 1,817 milioni di euro per i comuni montani della nostra provincia, a cui si aggiungono i finanziamenti per il Comune di Sarsina per convertire l’ex edificio scolastico di Quarto in una struttura polifunzionale socio-assistenziale rivolta a minori e ad anziani e per il Comune di Bagno di Romagna di circa 500mila euro ognuno. Sempre per Bagno di Romagna sono stati stanziate le risorse per finanziare il completamento della riqualificazione del centro storico di San Piero in Bagno".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento