Gambettola, la lista "Il futuro dei gambettolesi": "Primi sei mesi di legislatura, quale bilancio?"

"A distanza di sei mesi dall'inizio della legislatura, quale primo bilancio si può fare della amministrazione Sanulli? La luna di miele, ammesso che sia iniziata, mi sembra che abbia avuto vita breve"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

A distanza di sei mesi dall'inizio della legislatura, quale primo bilancio si può fare della amministrazione Sanulli?

La luna di miele, ammesso che sia iniziata, mi sembra che abbia avuto vita breve: certamente alcuni indizi ci portano a considerare che sia al proprio interno che nell'espletamento della attività amministrativa, la maggioranza abbia accusato e stia accusando importanti mal di pancia.

In sei mesi hanno presentato le dimissioni già due consiglieri ed un assessore. Le motivazioni ufficiali che hanno chiamato in causa questioni professionali, sia nel caso dell'ex assessore Valentini sia maggior ragione dell'ex assessore Sacchetti, sono evidentemente il paravento di fibrillazioni interne che hanno svelato un qualcosa di diverso rispetto alla conclamata "continuità" con l' amministrazione precedente. I proclami della campagna elettorale sono già dimenticati: la "scomunica" lanciata dall'ex sindaco Garavina in una intervista comparsa di recente sulla stampa contro il suo ex collaboratore Sanulli, la presa di distanza, sempre a mezzo stampa di Silvia Sacchetti sono chiari indicatori di come la continuità che veniva sbandierata prima del 25 maggio non corrispondeva esattamente alle intenzioni dell'allora candidato sindaco.

Non ci sembra che sia solo una discontinuità perché le persone sono diverse, ma che sia espressione di due modi di vedere la cosa pubblica tra loro piuttosto diversi. Ma allora continuità dove? La squadra di governo. Rinnovamento e largo ai giovani: facce nuove in giunta e lupi di mare della politica a fare altro. ottime intenzioni che hanno ricevuto il plauso della minoranza.

A distanza di sei mesi dall'insediamento, se si esclude l'assessore al bilancio Battistini di cui apprezziamo la competenza e lo spessore politico e umano, ma che non rappresenta il nuovo, degli altri assessori abbiamo apprezzato solo un fugace intervento di pochissimi minuti in consiglio comunale. Poi solo silenzi.

Una giusta prudenza, vista l'inesperienza degli assessori al primo approccio col consiglio comunale e la responsabilità amministrativa?Forse. Certamente il sindaco, eliminato il fastidio interno di Silvia Sacchetti, può muoversi molto liberamente in lungo e in largo nelle sfere amministrative senza che gli assessori gli facciano troppo ombra. L'auspicio è che in fretta acquisiscano dimestichezza con la materia di loro competenza e la loro freschezza possa per davvero portare un vento di novità che ancora non vediamo. Speriamo sia loro consentito.

Addizionale irpef. il primo atto di Bilancio della amministrazione Sanulli è stato aumentare l'addizionale comunale. Tasse in più da pagare. Anche in questo caso le intenzioni della campagna elettorale sono state smarrite. Si è detto "ragioni di emergenza legate alla crisi, regole contorte sul patto di stabilità, contingenze varie". Tutto vero. E' vero anche che gli attuali sindaco e assessore al bilancio all'epoca della prima stesura del bilancio, nel mese di aprile erano membri autorevoli della amministrazione Garavina. Hanno visto e contribuito a far nascere una legge di bilancio comunale che "chiaramente" avrebbe obbligato a interventi di questo tipo oggi. Anche questo in campagna elettorale ha trovato pochi riscontri, anzi: in campagna elettorale si parlava di attenzione alle troppe tasse.

Questioni urbanistiche e Sacta. Forse c'erano altre priorità, ma a parte un POC "monco" le questioni più grosse ancora sono state approviate in maniera timida. Per fare una sintesi, un avvio sicuramente condizionato da una fase non semplice da affrontare sotto diversi punti di vista. Certamente più che un'atteggiamento di coraggio e fantasia ne abbiamo visto adottare uno di fredda burocrazia. con buona pace della luna di miele.

La minoranza? La minoranza nelle sedi istituzionali non ha risparmiato di esprimere perplessità per il merito delle scelte di bilancio e per il metodo (totale assenza di coinvolgimento). Una opposizione scarsa e di poco polso ? poco aggressiva? Forse: certamente coerente con uno stile che vuole portare il dibattito politico sulla dialettica piuttosto che sulla protesta fine a se stessa.

Laddove c'è stato coinvolgimento abbiamo portato il nostro eccome! In sede di revisione di statuto e regolamenti comunali abbiamo contribuito ad inserire la possibilità di fare riprese in diretta dei consigli comunali, il consiglio comunale per i ragazzi, l'istituzione della commissione bilancio e affari sociali. Tutti obiettivi a noi cari in campagna elettorale che di concerto con la maggioranza finalmente diventano realtà . Il coinvolgimento appassionato nella dinamica dell'unione dei comuni Rubiconde e Mare che sta vivendo una fase molto importante. Queste sono azioni che riteniamo meritino il nostro impiego di energie. Su questa linea proseguiremo.

Luca Cola

Capogruppo consiliare

Lista "il futuro dei gambettolesi"

Torna su
CesenaToday è in caricamento