menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un Natale "bagnato": in arrivo freddo artico, vento e neve anche a bassa quota

Nel venerdì di Natale, informa la Protezione Civile, "è previsto l'arrivo di una perturbazione di origine nord atlantica. A partire dal mattino sono previste precipitazioni diffuse su tutto il territorio"

Sarà un Natale bagnato, ma poco importa perchè la "zona rossa" impone rigorosamente di evitare spostamenti necessari e di rimanere a casa. "Un Natale con i tuoi" con le regole del covid-19. E' confermato il peggioramento annunciato dal tecnico-meteorologo Edoardo Ferrara di 3bmeteo in un'intervista rilasciata a CesenaToday. Maltempo che porterà pioggia in pianura, ma anche freddo, vento e persino la neve a quote molto basse. La Protezione Civile dell'Emilia Romagna ha diramato un'allerta meteo "gialla" per vento e stato del mare, con rischio mareggiate.

A Cesenatico il sindaco ha disposto la chiusura straordinaria delle Porte Vinciane, dalle 19 del 25 dicembre fino alle 12 del 27 dicembre, per le avverse condizioni meteo.

Nel venerdì di Natale, informa la Protezione Civile, "è previsto l'arrivo di una perturbazione di origine nord atlantica. A partire dal mattino sono previste precipitazioni diffuse su tutto il territorio. Dai rilievi fino a quote di bassa-media collina sono previste nevicate deboli che interesseranno le province emiliane; sono previste nevicate sporadiche con modesto accumulo sui rilievi romagnoli. Nelle aree di pianura sono previste piogge deboli-moderate su pianura centrale e ferrarese, deboli altrove".

Dalla tarda serata, viene rimarcato, "è previsto un rinforzo della ventilazione di bora con intensità di burrasca moderata sulle pianure orientali e burrasca forte sulla costa settentrionale e sui crinali centro-occidentali. Il mare dalla tarda serata-nottata è previsto agitato con direzione d'onda da nord est". L'ingresso dell'aria fredda di matrice artica trasformerà la pioggia in neve in serata a quote collinari, con i fiocchi attesi sul Forlivese oltre i 400 metri durante la fase più intensa delle precipitazioni.

Residui fenomeni sono attesi anche nella prima mattinata di Santo Stefano. Nei giorni a seguire il servizio meteorologico dell'Arpae prevede un nuovo peggioramento a partire da domenica, con nevicate sui rilievi occidentali. "Nella giornata di lunedì - viene illustrato - il sistema interesserà rapidamente tutta la regione determinando precipitazioni diffuse, a carattere nevoso sui rilievi con quota neve in aumento. Nei giorni seguenti condizioni di variabilità con possibilità di precipitazioni sul crinale appenninico. Le temperature saranno in lieve aumento da lunedì".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento