Settemila nuovi posti di lavoro in provincia, difficile trovare progettisti e ingegneri

Per l’85% verranno proposti impieghi alle dipendenze, in prevalenza a tempo determinato

Stando ai risultati dell’indagine Excelsior sulle previsioni occupazionali, le imprese dell’ambito territoriale di Forlì-Cesena e Rimini intervistate prevedono nuovi ingressi per di 17.760 persone, pari al 16,64% del flusso regionale in entrata per lo stesso periodo, di cui 7.620 previste in provincia di Rimini e 7.140 in provincia di Forlì-Cesena. Di questi, per il 93% a Rimini e per l’85% a Forlì-Cesena verranno proposti impieghi alle dipendenze, in prevalenza a tempo determinato (a Rimini il 71% e a Forlì-Cesena il 57%). Le entrate più significative sono attese nelle “Professioni commerciali e dei servizi” (Rimini 42% e Forlì-Cesena 32%), in particolare, vista la stagionalità vengono segnalati 2.810 ingressi a Rimini e 1.300 a Forlì-Cesena nei “Servizi di alloggio e ristorazione, servizi turistici”.

Difficoltà di reperimento delle figure richieste dalle imprese si registrano per il 21% dei casi a Rimini e 19% a Forlì-Cesena. Più difficili da reperire a Rimini i “Conduttori di macchinari mobili”, a Forlì-Cesena i “Progettisti, ingegneri e professioni assimilate”. La richiesta di laureati riguarda l’8% delle ricerche di personale a Rimini, il 10% a Forlì-Cesena, 12% in Italia. I profili high skills (dirigenti, specialisti e tecnici) saranno il 16% a Forlì-Cesena e il 13% a Rimini, mentre a livello nazionale sono il 18%. In entrambe le province per il 31% le assunzioni interesseranno i giovani con meno di 30 anni, le imprese che prevedono di movimentare in entrata le dotazioni di personale sono il 18% del totale e l’area aziendale di inserimento più frequente per le assunzioni è la Produzione di beni ed erogazione di servizi.

“I temi connessi al Sistema informativo Excelsior, promosso da Unioncamere in collaborazione con Anpal Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro, e in particolare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, sono destinati a diventare sempre più strategici sia per l’analisi economica che per le attività che il sistema camerale è chiamato a svolgere per avvicinare il mondo delle imprese e quello della formazione scolastica - dichiara Fabrizio Moretti, Presidente della Camera di commercio della Romagna Forlì-Cesena e Rimini - Le risultanze di questa indagine sui fabbisogni professionali degli imprenditori, unica nel panorama nazionale, nei prossimi mesi saranno rese più facilmente accessibili dalla Camera a scuole, studenti e famiglie, per offrire un effettivo strumento di orientamento professionale da inserire quale elemento di valutazione nelle scelte scolastiche e formative dei giovani sin dalle scuole medie inferiori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

Torna su
CesenaToday è in caricamento