Credito agevolato e sostegno ai giovani: patto tra Confcooperative e Banca di Cesena

Una convenzione vantaggiosa per l'accesso al credito (con finanziamenti agevolati per le imprese cooperative dell'agroalimentare e del sociale), progetti per i giovani sono i primi frutti di una sinergia importante tra Confcooperative e la Banca di Cesena

Una convenzione vantaggiosa per l’accesso al credito (con finanziamenti agevolati per le imprese cooperative dell’agroalimentare e del sociale), progetti per i giovani e l’autoimprenditorialità sono i primi frutti di una sinergia importante tra Confcooperative Forlì-Cesena e la Banca di Cesena. Nell’ottica di fornire strumenti e servizi vantaggiosi per i propri associati e per le imprese cooperative, è stata stipulata una convenzione per l’accesso al credito a condizioni economiche particolarmente vantaggiose.

L’accordo rientra in una più ampia sinergia e collaborazione tra l’istituto di credito cooperativo, che con le sue 18 filiali è tra le principali realtà del credito cooperativo mutualistico nel nostro territorio, e l’Unione di Forlì-Cesena che rappresenta  247 cooperative. La convenzione prevede innanzitutto finanziamenti agevolati alle imprese, andando a coprire varie esigenze, da quelle generali (liquidità ed investimenti) fino alle più specifiche. Sono previsti finanziamenti chirografari a tasso del 2,50 % fisso per anticipo dei conferimenti ed avversità atmosferiche per le cooperative del settore agroalimentare e forme di finanziamento per tredicesime e pagamento Tfr pensati soprattutto per  le cooperative sociali. Inoltre sono previsti dei prestiti partecipativi per aumento del capitale sociale, liquidità, start up, acquisto scorte e consolidamento del debito.

Le condizioni previste per i finanziamenti sono valide anche per tutti i soci - persone giuridiche - delle cooperative e dei consorzi aderenti al sistema Confcooperative. Infine la convenzione prevede un conto corrente dedicato per i soci lavoratori e per i dipendenti delle cooperative associate non ancora clienti di Banca di Cesena,  con tenuta del conto gratuita per i primi 24 mesi, nessuna spesa per operazioni, home banking gratuito e altri vantaggi.

“Da sempre siamo convinti del valore della cooperazione, da tale certezza credo si debba  partire  per spiegare questa collaborazione tra Banca di Cesena e Confcooperative – ha esordito il direttore generale dell’istituto di credito cooperativo Giancarlo Petrini   nell’incontro con la stampa – Insieme crediamo di potere dare  risposte concrete ed efficaci. Economiche in primo luogo come la convenzione per accedere al credito in modo vantaggioso, ma anche valoriali con i progetti formativi  per i nostri giovani”.

L’accordo  permette di offrire alle imprese socie la possibilità di accedere al credito usufruendo di condizioni davvero competitive e dunque è una risposta concreta che abbiamo fortemente cercato per l’intera filiera cooperativa, dall’impresa al singolo socio –  ha dichiarato Mirco Coriaci direttore di Confcooperative Forlì-Cesena - ma quello che mi preme sottolineare è soprattutto la comune volontà di fare sistema nel territorio e per il territorio, tra imprese e banche che si riconoscono appartenenti alla stessa storia e decidono di mettere in sinergia le proprie progettualità.

La collaborazione tra Banca di Cesena e Confcooperative si concretizzerà in iniziative per la promozione del modello cooperativo e per il sostegno alla autoimprenditorialità,  in particolare a favore dei giovani che si affacciano al mondo del lavoro. In questo ambito la prima iniziativa che coinvolge i Giovani soci della Banca e l’Associazione Giovani Cooperatori riguarderà il progetto “A cooperative experience”. Si tratta di un bando che selezionerà una decina di giovani affinchè possano svolgere un periodo di formazione (con costi a carico della Banca di Cesena e di specifici fondi comunitari) di una settimana a Manchester, presso il Cooperative College, una scuola specializzata proprio nella divulgazione dei principi cooperativi tipici inglesi. La settimana sarà molto intensa in termini di esperienze e attività legate proprio al mondo della cooperazione e consentirà ai giovani partecipanti di poter constatare quali differenze sussistono fra il modello inglese e quello italiano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 40 disobbedienti della scampagnata senza mascherina, Rosso: "Irresponsabili? No, siamo sani"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Parrucchieri, gommisti e spesa alimentare, il governo aggiorna le "faq": gli spostamenti ammessi

  • Preso in pieno all'incrocio, paura per un ciclista travolto da un'auto

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

Torna su
CesenaToday è in caricamento