menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carisp, la preoccupazione del Movimento 5 Stelle di Cesena

Come cittadini, prima che come consiglieri comunali, siamo preoccupati per ciò che sta accadendo al sistema bancario cesenate.

Come cittadini, prima che come consiglieri comunali, siamo preoccupati per ciò che sta accadendo al sistema bancario cesenate.

Sono ancora tutti da chiarire i contorni della vicenda che hanno portato al dissesto la BCC, che ha messo in difficoltà diverse famiglie cesenati, che comincia a circolare la voce di problematicità anche in uno dei colossi delle banche nostrane, la Cassa di Risparmio di Cesena. Alla prima occasione utile dopo il Consiglio comunale di approvazione del disastroso bilancio previsionale di questa Giunta, abbiamo presentato un interpellanza in Consiglio per poter avere risposta a domande che diversi cittadini si stanno ponendo: cosa succede alla CRC e che ruolo ha il Comune di Cesena in questo ambito. Dove sono custoditi i soldi dei cittadini di Cesena e quanto il Comune sta facendo per garantire e tutelare i suoi concittadini in tema di risparmio?
Restiamo stupiti, per l’ennesima volta, dalla reazione “scomposta” del Sindaco e del vicesindaco, che parlano di “attacco strumentale”. 

Probabilmente abbiamo toccato qualche nervetto scoperto se dei consiglieri comunali che stanno svolgendo il proprio ruolo di controllo dell’operato dell’amministrazione vengono “usati” per alzare una cortina di fumo su quanto sta accadendo alla CRC e alle banche cesenati in genere. A questo punto, ci domandiamo, cosa si nasconde? 
E’ normale che delle legittime domande, come al solito, diano cosi tanto fastidio?
E’ normale che il nostro Comune, nelle vesti del Sindaco, debba inoltrare le nostre domande alla CRC per avere la risposta? Pur avendo un membro dell’amministrazione comunale all’interno della Fondazione?

Proprio perché l'ente esprime persone all'interno della Fondazione, che detiene il controllo di CRC, lo stesso ente, ovvero la Giunta che lo guida, avrebbe dovuto fare il primo passo nel fornire quelle assicurazioni trasparenti chieste dai gruppi consiliari. L'essere arrivati tardi non può essere giustificato accusando altri.
L'aiuto richiesto al nuovo presidente della CRC in modo così accorato più che sorprenderci ci allarma e preoccupa perché dimostra ancora una volta l'inadeguatezza di questo sindaco quando c'è bisogno di affrontare problemi concreti per il governo della città 

Allarmismo e strumentalizzazione sono bagaglio solo della propaganda del sindaco LUCCHI che li usa quando è in grave evidente difficoltà come in questo caso, anche a costo di violare le norme più elementari del confronto politico; non solo ammette di non poter fare niente (perchè non come sa fare ) ma lo dice pubblicamente, ingenerando insicurezza e timori nella gente

Non è consentito neanche al sindaco giocare con la fiducia e serenità delle persone solo per togliersi d'impaccio

Non ci adegueremo mai a questo modo arrogante e supponente di fare "politica" che non porta alcun valore aggiunto alla città e nessun vantaggio ai cittadini
E’ arrivata l’ora in cui il Sindaco si assuma le sue responsabilità , e la smetta di indicare ad altri cosa possono o non possono fare.
Renda partecipa la Città di quanto sta accadendo alla CRC e in che stato di salute versa il sistema bancario cesenate, dia il buon esempio, una volta tanto.

Movimento 5 Stelle Cesena

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento