menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Welfare a partire dalle aziende del territorio, nasce la Fondazione Fruttadoro

Nuovi passi avanti importanti sono scaturiti al convegno inaugurale del ciclo di incontri promossi da Confartigianato Federimpresa

Nuovi passi avanti importanti sono scaturiti al convegno inaugurale del ciclo di incontri promossi da Confartigianato Federimpresa Cesena sul tema “Una buona impresa. Il progetto di Confartigianato per un nuovo sociale”, nel corso del quale l’amministratore delegato di Orogel, Bruno Piraccini ha annunciato la nascita della Fondazione Fruttadoro che erogherà dal 5 al 7% dei propri profitti a favore di progetti sociali per il territorio. Tra il pubblico anche il presidente di Romagna Solidale, Arturo Alberti, il pool di imprese cesenate impegnate per sostenere iniziative a favore del welfare territoriale, entro cui figura la stessa Orogel.

Il segretario di Confartigianato Bernacci ha spiegato ai 170 intervenuti il nuovo progetto associativo - un unicum nel sistema  territoriale - di favorire l’accesso a servizi sociali a favore delle persone messi a disposizione da attori privati, nonché di crearne appositamente  nei settori dell’assistenza, della sanità, dell’istruzione, dell’educazione, della famiglia. “Vogliamo contribuire - ha detto - a creare nuovi modelli di risocializzazione in una logica di sussidiarietà orizzontale, visto che le risorse del pubblico sono carenti. Lo facciamo perché se aumenta il livello di qualità della vita il territorio è più competitivo e ne beneficiano le imprese. Al centro mettiamo le persone e i loro bisgni, vogliamo creare una comunità di senso. Attorno alla nostra associazione ruotano 15mila persone, dagli imprenditori ai familiari e ai clienti”.

Anche Confartigianato nazionale ha lanciato una piattaforma sul welfare, sintetizzata dal presidente Inapa Confartigianato Vadrucci. “Lo Stato non ha più soldi, anche i nuovi contratti prevedono incentivi sotto forma di incentivi per il welfare. Questo è il terreno su cui agire: creare una rete di sevizi a favore degli imprenditori, dei loro familiari, della rete che gravita attorno a loro, che li aiutano ad affrontare i problemi della disabilita e delle patologie, dell’assistenza, dell’educazione e dell’apprendimento. Confartigianato ha la reputazione e il know how per farlo. Il format di Cesena è perfetto, lo vogliamo esportare in tutt’Italia”.

L’ex direttore del Censis Giuseppe Roma, partendo dal rapporto Censis presentato nei giorni scorsi, ha osservato che in un tessuto sociale lacerato da 9 anni di crisi e col ceto medio che si impoverisce, questa assunzione di responsabilità sociale di Confartigianato è una risposta efficace per affrontare l’emergenza della solitudine delle famiglie assalite da necessità crescenti, dalla disabilità (in un nucleo su 5 è presente un non autosufficiente), all’assistenza agli anziani, alle problematiche educative, alle patologie.

“Bisogna costruire una comunità coesa - ha osservato Bruno Piraccini -. Sono orgoglioso che Orogel, in 50 anni di storia, non abbia mai registrato uno sciopero dei dipendenti, segno che mettiamo le persone al centro. La nostra nuova fondazione Fruttadoro si inserisce in un circuito virtuoso per interventi sul sociale in cui la Fondazione Cassa di Risparmio può svolgere un ruolo coordinatore e di regia incanalando le risorse che proverranno da soggetti come Romagna Solidale e tutti gli altri partner coinvolti in questo grande progetto di welfare territoriale dal basso”.

convegno welfare sociale-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento