menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lotta ai furti: ora sarà più semplice installare la videosorveglianza nei negozi

Il Protocollo trae spunto dagli analoghi Protocolli Quadro sottoscritti a livello centrale, già dal 2009, finalizzati ad incrementare i livelli di sicurezza, anche grazie all'ausilio degli strumenti tecnologici a disposizione

Facilitare l'installazione dei sistemi di video-allarme negli esercizi commerciali. Con questo scopo è stato sottoscritto giovedì un protocollo fra Prefettura di Forlì-Cesena, Cna, Confartigianato, Confcommercio,Confesercenti, Federfarma, Ordine dei Farmacisti. Il documento ha lo scopo "di realizzare una sicurezza il più possibile integrata, partecipata e condivisa attraverso ogni forma di collaborazione e sinergia tra l’attività degli organi statali preposti alla pubblica sicurezza e l’attività degli operatori economici, singoli o associati".

Il Protocollo trae spunto dagli analoghi Protocolli Quadro sottoscritti a livello centrale, già dal 2009, finalizzati ad incrementare i livelli di sicurezza, anche grazie all’ausilio degli strumenti tecnologici a disposizione. Il nuovo documento, che costituisce la naturale evoluzione del precedente accordo siglato nel 2012, spiegano dall'ente di Piazza Ordelaffi, "ha come scopo l’attuazione di mirate azioni preventive volte all’ottenimento della crescita della cultura della sicurezza esistente all’interno del contesto economico–produttivo, favorendone il concreto innalzamento, attraverso la realizzazione di un sistema di allarme anti-intrusione e antirapina mediante il controllo remoto dei locali commerciali, in grado di stabilire un collegamento con le sale operative delle Forze di Polizia, ove convogliare le immagini, in tempo reale e registrarle".

Gli esercenti ad esso aderenti possono, quindi, avvalersi di un sistema di video allarme antirapina (configurato secondo specifici requisiti tecnici), che interagisce direttamente con gli apparati ed i sistemi presenti nelle centrali della Polizia e dell’Arma dei Carabinieri che, conseguentemente, qualora l’esercizio commerciale sia vittima di un episodio delittuoso, non solo potranno essere tempestivamente allertate di quanto stia accadendo, ma anche intervenire in modo adeguato nell’immediatezza dell’evento.

Il Protocollo prevede che sarà compito della Prefettura di Forlì-Cesena "occuparsi della predisposizione di idoneo materiale informativo e divulgativo concernente le buone prassi da seguire per ridurre il rischio di furti e rapine e per consentire agli operatori delle imprese di fornire agli organi investigativi ogni utile informazione volta all’individuazione di tali reati, assicurando, inoltre, l’assistenza, nelle attività di formazione degli operatori economici, di personale delle Forze dell’Ordine, la cui esperienza nel settore investigativo consenta agli operatori delle imprese l’adozione di più efficaci misure di autoprotezione. A tale scopo, continuerà pure l’attività informativa rivolta ai cittadini e alle associazioni di categoria".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento