Nuove lievi scosse di terremoto nell'entroterra cesenate

I sismografi dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Roma hanno registrato un movimento tellurico

Lieve scossa di terremoto nell'entroterra romagnolo, al confine tra il cesenate e il forlivese. I sismografi dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Roma hanno registrato un movimento tellurico di magnitudo 2.0. Il terremoto, impercettibile con questa intensità all'uomo, si è verificato giovedì mattina alle 7.37 con epicentro a quattro da Bagno di Romagna. L'ipocentro è stato localizzato ad una profondità di 9 chilometri. Un' altra leggera scossa, grosso modo nella stessa area, si è verificata alle 9,53, con una magnitudo 2.3 Richter ed ipocentro a 5 chilometri di profondità. Non si segnalano danni a cose.

I precedenti

La terra ha tremato anche il 9 aprile nell'entroterra casentino, con epicentro a due chilometri da Badia Tedalta (Arezzo) ed intensità anche in questo caso di magnitudo 2.0 Richter. L'ultimo evento sismico degno di nota risale al 5 marzo, quando era stata ben avvertita la scossa di magnitudo 3.7 Richter, con epicentro a 5 chilometri sud-est a Santa Sofia, nella zona di Spinello, a 7 chilometri da Bagno di Romagna e a 9 chilometri da Galeata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

Torna su
CesenaToday è in caricamento