menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sospiro di sollievo, ospiti ed operatori della casa di riposo negativi al secondo tampone

"A rendere la situazione ancor più serena, segnalo che l’ospite risultata positiva si trova ricoverata all’Ospedale Bufalini di Cesena, ma sta bene ed è in buone condizioni"

Il sindaco di Bagno di Romagna Marco Baccini fornisce un aggiornamento sulla situazione Covid nel Comune: "In riferimento alla situazione Covid a livello comunale, seppur i numeri registrano un aumento dei casi, anche se lieve, vi fornisco la notizia positiva che riguarda la nostra Casa Protetta “Camilla Spighi”, in cui operatori ed ospiti sono risultati negativi al secondo tampone. A rendere la situazione ancor più serena, segnalo che l’ospite risultata positiva si trova ricoverata all’Ospedale Bufalini di Cesena, ma sta bene ed è in buone condizioni. A livello locale, invece, continuiamo a registrare un aumento dei casi, anche se lieve, ciò che conferma un trend che non accenna a calare. Ad oggi, registriamo due nuovi casi di positività, per un totale di 21 casi positivi. 3 sono le persone ricoverate in Ospedale. 23 sono le persone in isolamento, per un totale di 44 persone isolate. I numeri confermano che il virus è ancora presente e che non dobbiamo abbassare la guardia se vogliamo che questo 2021 segni veramente una svolta positiva. Dipende prima di tutto da ciascuno di noi".

Coronavirus: il bollettino del sabato

"Comunico - prosegue Baccini - che la prossima settimana il mercato ambulante settimanale di San Piero si terrà lunedì 4 gennaio e non mercoledì 6".

"Abbiamo ritenuto opportuno - spiega il sindaco - accogliere la richiesta delle Associazioni di categoria, che ci hanno chiesto di anticipare il mercato settimanale, che sarebbe coinciso con il giorno dell’Epifania, alla giornata di lunedì. Mi preme al riguardo, ringraziare a nome di tutta la nostra Comunità i volontari che hanno permesso di organizzare i mercati ambulanti di San Piero durante questo periodo di emergenza. Le disposizioni connesse al Covid, infatti, richiedevano di delimitare l’area mercatale con “varchi” presidiati di ingresso e di uscita, ciò che non sarebbe stato possibile organizzare con il solo personale comunale, che per numero di addetti (2 operai e 3 Agenti di Polizia Locale in servizio) non avrebbe “coperto” tutti i varchi del mercato e d’altra parte avrebbe dovuto rimandare i compiti istituzionali (interventi, manutenzioni, gestione e spunta dei banchi).  Un problema che è stato immediatamente superabile e che ci ha consentito di non sospendere mai il mercato grazie alla pronta disponibilità di un gruppo di volontari che si sono resi disponibili a gestire i varchi dell’area mercatale. Le Associazioni locali di Protezione Civile Alto Savio, della società sportiva Sampierana Calcio, de Il Faro di Corzano, dell’Ass. Pescatori Alto Savio e dell’Auser hanno prontamente offerto la collaborazione con un nutrito gruppo di volontari, ai quali si sono aggiunti spontaneamente alcuni cittadini disponibili".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento