rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca

Savignano, il Comune si organizza per il Pnrr: gli interventi candidati ai fondi europei

Il Consiglio comunale di Savignano ha approvato venerdì modifiche al Documento unico di programmazione, passo preliminare per la candidatura di nuovi progetti al finanziamento

Il Consiglio comunale di Savignano ha approvato venerdì modifiche al Documento unico di programmazione, passo preliminare per la candidatura di nuovi progetti al finanziamento tramite il Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr). Tra questi, la riqualificazione di Viale della Libertà, per 600 mila euro e la riqualificazione dei vicoli del centro storico per 350 mila euro, sul fronte scuole, la riqualificazione sismica ed energetica della scuola dell’infanzia “Gallo cristallo” di via Togliatti, per 1.076.000 euro, la sostituzione totale degli infissi dei corpi 1 e 4 della scuola media “G. Cesare” per 450 mila euro e sempre presso la stessa scuola, l’installazione di un pallone pressostatico per 282.000 euro. Si aggiungono 105.355 euro per l’efficentamento energetico del secondo piano del Palazzo municipale, 165 mila euro per la sostituzione degli infissi di Palazzo Vendemini e altre voci minori.

Il Comune di Savignano ha inoltre già ottenuto finanziamenti relativi all’asse “messa in sicurezza degli edifici e del territorio” per interventi nelle scuole Freccia Azzura e Gallo Cristallo. In entrambe le strutture si prevedono lavori di efficentamento energetico e adeguamento impianti, per un costo di 140 mila euro per voce, in totale quindi 560 mila euro. Sono stati finanziati inoltre la manutenzione di strade e piste ciclabili per 490.000 euro, rispetto all’ asse “rigenerazione urbana” (che si aggiungono agli ulteriori 400.000 già resi disponibili dall’ amministrazione). Altri 300.000 euro sono a disposizione per il progetto di una pista ciclabile che colleghi il quartiere Bastia al centro storico e 600.000 euro per la riqualificazione della Biblioteca di palazzo Vendemini. Un’ulteriore corposo finanziamento, 1.100.000, è stato ottenuto per l’acquisto dell’immobile ex sede Inps.

“Il Pnrr è una grande opportunità, un’occasione unica per le pubbliche amministrazioni e in particolare per i Comuni - ha detto l’Assessore ai Lavori pubblici Stefania Morara - di ottenere fondi e attuare quegli obiettivi che con i soli bilanci comunali sarebbero difficili da concretizzare. Ogni progetto citato altro non è che un tassello di una visione per la città che l’amministrazione sta portando avanti dal primo anno di mandato per adempiere agli impegni presi con i cittadini. Messa in Sicurezza degli edifici con particolare riferimento a quelli scolastici e del territorio, riqualificazione degli spazi urbani del centro storico, e degli spazi a valenza turistico culturale, mobilità lenta e infrastrutture, verde pubblico e spazi di aggregazione sono stati al centro di tutta la programmazione di questi anni. Lo testimoniano i numerosi interventi sul Rubicone, sul centro storico (Masterplan), sulla viabilità e piste ciclabili (leggi masterplan ciclovie di cui solo nel 2021 sono state realizzate la pista ciclabile della Sp 33 e di via Togliatti) e infrastrutture (la rotatoria di via Alberazzo è in partenza nel prossimo mese di marzo)”.

“Siamo pronti per questo momento strategico per la vita del nostro Comune e del Paese in generale – hanno detto il Sindaco Filippo Giovannini e il vicesindaco Nicola Dellapasqua -. In relazione ai bandi usciti finora, abbiamo candidato progetti già finanziati per 3.050.000 euro e siamo già pronti con altrettanti progetti per il valore di 2.500.000 euro, tetto massimo disponibile per il nostro comune in questa tranche di finanziamento. Il valore economico però è solo un indice numerico di quanto rappresenta per un piccolo Comune la possibilità di rendere concreta la nostra visione del futuro, per unire ancora di più la nostra comunità”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Savignano, il Comune si organizza per il Pnrr: gli interventi candidati ai fondi europei

CesenaToday è in caricamento