Morta investita dal treno, si tratta di una prostituta: indagini serrate

E’ stato identificato il cadavere della giovane ragazza  rinvenuto sabato mattina sui binari della linea ferroviaria Adriatica

Foto Massimo Argnani

E’ stato identificato il cadavere della giovane ragazza  rinvenuto sabato mattina sui binari della linea ferroviaria Adriatica tra Ravenna e Rimini. Il corpo, evidentemente travolto da un convoglio, è stato ritrovato nel tratto tra Pinarella e Cesenatico, all’altezza di via dei Cosmonauti, rinvenuto nella mattinata di sabato da un pensionato che ha poi avvertito le forze dell’ordine. Si tratta di una 23enne rumena, già in passato identificata tra le prostitute che popolano il tratto di Adriatica che è adiacente a quel tratto di linea ferrata.

Il punto di ritrovamento del corpo è alle spalle del grande distributore di benzina Esso che si trova nei pressi dello svincolo per la Cervese di Cesena.  Un testimone, residente nelle vicinanze, ha segnalato di aver sentito un tonfo, come un impatto, intorno alla mezzanotte e mezza precedente, al passaggio di un treno merci. Tuttavia il macchinista del treno non si sarebbe accorto di niente e ha proceduto nella sua corsa notturna. Solo con la luce del giorno è avvenuto il macabro ritrovamento.

Sul posto si è portata la Polizia di Stato, con la Ferroviaria, la Squadra Mobile e la Scientifica, per scrupolosi accertamenti del caso. Presente sul posto anche il pubblico ministero Ciriello. Per permettere le indagini il traffico ferroviario è stato sospeso dalle 10.35 fino a circa le 13. Il primo sospetto, inevitabilmente, è balenato anche su un’ipotesi di omicidio. Non è la prima volta che le prostitute di strada sono vittime di maniaci, clienti violenti o anche vittime del racket di chi pretende di gestirle. Per questo si sono cercati riscontri per l’eventuale presenza di terze persone che possano aver spinto la giovane sotto il treno, mentre sono in corso interrogatori nel giro delle prostitute e delle conoscenti della 23enne, che alloggiava in un residence di Cesenatico.

Tuttavia, gli inquirenti sarebbero orientati o ad un suicidio o ad un incidente. Ad avvalorare la prima ipotesi, a quanto sembra, un precedente tentativo di uccidersi della 23enne, mentre per la seconda ipotesi c’è il fatto che quel tratto di massicciata, per quanto recintato, a volte viene attraversato dalle prostitute per i loro spostamenti.  La donna è stata identificata grazie ai documenti che aveva nella borsetta.  Le indagini procedono serrate.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento