menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il progetto del Comune

Il progetto del Comune

400 telecamere in città, il Pd: "Le forze dell'ordine sostengono il progetto"

“La rete di videosorveglianza comunale sarà importante per migliorare la prevenzione e la repressione dei crimini. In commissione infatti il Sindaco Lucchi e l’Assessore Dionigi hanno illustrato i dettagli del progetto di video sorveglianza

“La rete di videosorveglianza comunale sarà importante per migliorare la prevenzione e la repressione dei crimini. In commissione infatti il Sindaco Lucchi e l’Assessore Dionigi hanno illustrato i dettagli del progetto di video sorveglianza, che prevede circa 400 telecamere distribuite in tutte le frazioni della città, collegate – attraverso una moderna rete in fibra ottica – al data center che verrà collocato nella sede della Polizia Municipale. Sarà lo strumento attraverso cui le Forze dell’Ordine potranno reprimere puntualmente e celermente gli autori di reati e ciò, come sottolineato sia dal Questore che dal Vicecomandante dei Carabinieri, rappresenta il più grosso deterrente nei confronti della criminalità”: a sostenere il maxi-intervento delle telecamere di videosorveglianza è Andrea Pullini, capogruppo consigliare PD.

Mercoledì sera si è tenuta la commissione consigliare sul tema sicurezza. Hanno partecipato, oltre all’Amministrazione comunale, il Prefetto, il Questore ed il Vice comandante provinciale dei Carabinieri. Continua Pullini: “La loro presenza ha qualificato la riunione della Commissione, in quanto è stato possibile conoscere approfonditamente la loro attività in merito alla sicurezza del territorio. Ma è stata importante, inoltre, perché han ben spiegato, ognuno per la propria competenza, come e perché la rete di videosorveglianza comunale sarà importante per migliorare la prevenzione e la repressione dei crimini”.

“Come Partito Democratico, abbiamo sempre creduto in questo progetto, con il quale non a caso ci siamo presentati ai cesenati durante le Amministrative del 2014. Abbiamo detto fin dall’inizio che la videosorveglianza sarebbe stata la risposta cesenate al problema montante della sicurezza, anche in virtù del rafforzamento delle sinergie fra e con le Forze dell’ordine che lo strumento permetterà.

Non solo: parteciperemo in modo attivo e propositivo ai momenti di confronto con i cittadini dei diversi quartieri che l’Amministrazione comunale ha comunicato di avviare da gennaio: sarà quella l’occasione in cui, insieme alle Forze dell’ordine, spiegare ai cesenati i dettagli del progetto, i criteri che l’hanno ispirato e la modalità di realizzazione. Sarà anche l’occasione per confrontarsi con i residenti dei quartieri, per affinare il piano di realizzazione specifico, implementando le telecamere previste laddove le esigenze del territorio richiedano l’aumento di impianti”.

“Abbiamo inoltre proposto che venga posta attenzione al problema sociale che sta dietro all’aumento esponenziale della criminalità, richiedendo, con lo scopo di porre fine all’emergenza, di far seguire parallelamente al progetto di installazione telecamere anche un progetto di prevenzione legato alle persone che compiono tali reati. Sappiamo bene come, per alcuni, l’unica risposta al problema della sicurezza sia urlare “più Polizia”. In commissione consigliare è stato bene spiegato come questo sia da un lato fuori dalle competenze dei Comuni, dall’altro a sua volta non completamente efficace nella lotta al crimine. Con il sistema di videosorveglianza, invece, a Cesena lavoriamo per creare una risposta, che certamente non sarà né esaustiva né soddisfacente per tutti, ma ha di certo il grande pregio della concretezza e dell’appoggio delle Forze dell’Ordine”, conclude Pullini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento