menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuole, "Carenza di spazi e preoccupazioni per la sicurezza": incontrato l'assessore regionale Bianchi

L'assessore regionale Bianchi ha incontrato Marcello Borghetti segretario della Uil di Cesena e Marino Bianchi presidente comitato genitori dell'Istituto tecnico geometri

Sulla grave situazione degli spazi nelle scuole superiori cesenati, si è tenuto un'incontro tra Patrizio Bianchi, assessore a coordinamento delle politiche europee allo sviluppo, scuola, formazione professionale, università, ricerca e lavoro, Marcello Borghetti segretario della Uil di Cesena e Marino Bianchi presidente comitato genitori dell'Istituto tecnico geometri (presenti anche Odette Corbara l'insegnante Anna Maria Stroppolo). "A Cesena persiste da anni una carenza di spazi che penalizza tutte le scuole superiori, con forti disagi - affermano Borghetti e Bianchi -. Vi sono preoccupazioni anche sulla sicurezza degli edifici scolastici e in questi giorni giungono proteste persino per problemi di riscaldamento. In questo quadro sconfortante abbiamo esposto la particolare situazione critica presso l'istituto per geometri, dove quest'anno scolastico la Provincia ha ridotto di ulteriori quattro aule, spazi già in forte sofferenza in particolare per l'attività nei vari laboratori".

>>SCUOLE, IL COMMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE>>

"Ho dovuto purtroppo constatare personalmente, anche in veste di genitore - afferma Borghetti - una situazione deprecabile, in particolare quando si adottò la grottesca soluzione di sistemare due classi in un aula separandole con degli armadi. Come Uil abbiamo denunciato quella situazione e nello stesso tempo abbiamo voluto dare voce ad un disagio diffuso in tutte le scuole superiori. Abbiamo chiesto che la Provincia si confrontasse con genitori insegnanti e studenti, cosa che purtroppo non è avvenuta. La Provincia si è confrontata solo con organismi tecnici, per poi addentrarsi in soluzioni improvvisate, che stanno alimentando divisioni fra scuole, genitori e studenti. Il punto è che di fronte ai danni derivanti da una pluriennale carenza nella programmazione degli spazi nelle scuole, tutti i cittadini hanno diritto a risposte concrete, dignitose e unificanti. Un recente incontro fra genitori, insegnati studenti dell’Istituto per Geometri, ha espresso forte delusione, per l'indisponibilità della Provincia ad un dialogo chiesto ripetutamente e delusione per l'analogo rifiuto al dialogo da parte dell’Ufficio di Ambito Scolastico provinciale. Si valuta quindi l'operato della Provincia non imparziale, si teme inoltre che la promessa di restituire a dicembre le quattro aule all’Istituto geometri, sia un'ulteriore inganno. Dal canto suo, la Provincia, a mezzo stampa, propone o forse pare voglia imporre, una proposta che vedrebbe lo spostamento di geometra presso la struttura di Ragioneria, proposta giudicata priva di sostenibilità, in quanto non vi è alcuna garanzia di idoneità per le specifiche esigenze di laboratorio".

Continua nella pagina successiva ====>

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento