menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pasticci di Campedelli, chiamata a rispondere per la seconda volta l'A.C. Cesena

Piove sul bagnato per il Cesena. Per la seconda volta nel giro di un mese, infatti, la società è chiamata a rispondere per responsabilità diretta degli addebiti che vengono mossi all'ex presidente Igor Campedelli. Lunedì, infatti, è stato notificato un secondo atto di deferimento

Piove sul bagnato per il Cesena. Per la seconda volta nel giro di un mese, infatti, la società è chiamata a rispondere per responsabilità diretta degli addebiti che vengono mossi all'ex presidente Igor Campedelli. Lunedì, infatti, è stato notificato un secondo atto di deferimento, a firma del Procuratore Federale, Stefano Palazzi, relativo a condotte poste in essere nel 2010 e nel 2011 dall'ex Presidente con ipotesi di depauperamento delle risorse del Cesena, con denaro stornato senza titoli apparenti ad altre società.
 

Questa volta l'iniziativa della Procura Federale trae origine dal filone di indagini condotte dalla Procura della Repubblica di Forlì sulla precedente gestione societaria, “a cui l'attuale proprietà è completamente estranea”, precisa una nota del Cesena. Col paradosso che pur non essendo a conoscenza dei fatti e risultando persona offesa nel giudizio penale, il Club è chiamato a rispondere a titolo di responsabilità diretta per i comportamenti contestati all'allora legale rappresentante Campedelli.
 

Un deferimento che per il Cesena, che da tempo è impegnato in una profonda opera di risanamento dei conti, suona come una beffa, esattamente come un provvedimento analogo notificato il mese scorso negli uffici di corso Sozzi. Per tali ragioni, è stato conferito mandato all'Avv. Mattia Grassani di porre in essere tutte le opportune iniziative difensive a tutela dell’A.C. Cesena S.p.a.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento