Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

"Ho fatto qualcosa di grave", le coltellate al petto della madre e la 'fuga': i contorni del delitto di Bora

Un dramma che si è consumato all'ultimo piano di una palazzina di via dell'Orto, nella frazione di Bora di Mercato Saraceno. Il giovane si trova in carcere

Foto Facebook

"Ho fatto qualcosa di grave", questo ha detto Federico Verdoni quando mercoledi sera si è trovato davanti i Carabinieri della Compagnia di Cesena. Le segnalazioni erano arrivate agli uomini dell'Arma per una scena di sicuro insolita, soprattutto in una frazione tranquilla come Bora di Mercato Saraceno. Un ragazzo nudo in strada che blaterava e fermava le macchine in transito. Un percorso a ritroso che ha portato i militari dall'omicida alla vittima, Luciana Torri, 64 anni, la madre del 29enne. Il video amatoriale che immortala quanto accaduto ha iniziato a girare sui social, mettendo ancora di più sotto choc la piccola comunità.

Il sindaco: "Comunità sotto choc"

Un dramma che si è consumato all'ultimo piano di una palazzina di via dell'Orto, nella frazione di Bora di Mercato Saraceno. Erano circa le 21 di mercoledì quando il giovane, al ritorno da una uscita come tante con gli amici, ha aggredito brutalmente la madre con diverse coltellate al petto. Il 29enne ha utilizzato un coltellaccio da cucina trovato in casa. 

VIDEO: il luogo della tragedia

I vicini hanno sentito alcuni rumori ma la lite e poi la tragedia si sono consumate nel giro di pochi minuti. Madre e figlio vivevano insieme nell'appartamento da diverso tempo. Un dramma maturato in un contesto di problemi di natura psichiatrica del ragazzo. Ma sono in corso ulteriori accertamenti, c'erano dei trascorsi e piccoli episodi in passato, ma non una situazione consolidata di disagio mentale. Ciò che appare certo è che la situazione deve essersi aggravata negli ultimi tempi, tanto da sfociare in questo tragico epilogo. Ora Verdoni si trova in carcere a Forlì, dopo l'arresto eseguito nella notte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ho fatto qualcosa di grave", le coltellate al petto della madre e la 'fuga': i contorni del delitto di Bora

CesenaToday è in caricamento