menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nessuna pietà sulle strade: un occhio elettronico mobile per sanzionare tutti i 'furbetti'

La Polizia Municipale di Cesena, infatti, sta per attivare lo Scout Street, un sistema automatizzato grazie al quale aumenterà la sua capacità di controllo stradale

Un ‘occhio elettronico’ implacabile andrà a stanare e sanzionare le auto parcheggiate su marciapiedi e piste ciclabili, ma anche i veicoli privi di assicurazione e quelli non in regola con la revisione periodica. La Polizia Municipale di Cesena, infatti, sta per attivare lo Scout Street, un sistema automatizzato  grazie al quale aumenterà la sua capacità di controllo stradale.

Nei giorni scorsi si è concluso il percorso di formazione del personale della Pm, avviato dal comandante Colloredo, ed entro qualche settimana il Comando conta di poterne avviare gradualmente l’utilizzo di questa nuova strumentazione. Il sistema comprende  una telecamera mobile da installare sui veicoli della polizia municipale e che consentirà di "fotografare" le violazioni. Ad accompagnarla,  un dispositivo informatico su cui gli operatori a bordo del veicolo potranno memorizzare gli accertamenti in attesa di scaricarli  sul sistema di gestione delle sanzioni per l’elaborazione dei verbali di contestazione destinati a essere inviati ai proprietari dei veicoli. Sulla piattaforma di bordo sono presenti anche speciali funzionalità per la lettura automatica delle targhe, grazie alle quali la pattuglia potrà svolgere controlli immediati collegandosi al portale della Motorizzazione Civile.

“Questa applicazione  – sottolinea il sindaco Paolo Lucchi – è la migliore dimostrazione di come le nuove tecnologie possano mettersi al servizio di una maggiore sicurezza. Infatti, per quanto riguarda il controllo della sosta, si farà ricorso a questo sistema  soprattutto per i casi che, come ormai giornalmente i cesenati ci segnalano, più creano pericolo ed intralcio alla circolazione: auto parcheggiate su piste ciclabili e marciapiedi, negli incroci, nelle zone riservate a disabili e ai bus. A beneficiare di questi maggiori controlli saranno senz'altro le categorie più deboli, a cominciare dai pedoni e ciclisti”.

Da un punto di vista operativo, per le infrazioni della sosta riscontrate con questo  nuovo sistema non è previsto che venga lasciato il preavviso sul tergicristallo, ma entro qualche giorno il verbale verrà notificato alla residenza del proprietario. La strumentazione è già ampiamente sperimentata in altre città, dove – a quanto risulta - i contenziosi sono ridotti al lumicino visto che le modalità di accertamento consentono di provare la violazione senza molte possibilità di contestazione a chi ha lasciato il veicolo nelle zone vietate.

“Va letto nel segno della sicurezza – sottolinea il sindaco - anche l’altra funzione del sistema, cioè quella di verifica automatica di assicurazioni e revisioni. Infatti, se un veicolo in regola con la revisione il suo buon funzionamento è, per così dire, "certificato", mentre sono evidenti i rischi che si corrono se si subiscono danni a causa di un’auto senza assicurazione”.

In questo caso, in pratica, grazie alla piattaforma di bordo e al collegamento con la banca dati della Motorizzazione, la pattuglia avrà la possibilità di accertare in pochi secondi  se un veicolo è coperto da assicurazione RCA ed è in regola con le norme sulla revisione, senza bisogno di fermarlo e di controllare i documenti.  Il controllo, quindi, interesserà praticamente tutti i veicoli in transito nel posto di controllo  permettendo di aumentare considerevolmente il numero delle verifiche.

Il sistema Scout Street può essere utilizzato sia di giorno che di notte, e consente di acquisire sia la targa che le caratteristiche del veicolo. Ogni dato viene immediatamente confrontato con una banca dati, residente o remota, e la pattuglia riceve in tempo reale  un’allerta in caso di segnalazione di allarme, che può riguardare, sia inadempienze amministrative (assicurazione, revisione, etc.) sia altre funzionalità che potrebbero essere sviluppate nel futuro. Tutte le letture e gli allarmi possono essere inviati in Sala operativa in tempo reale e condivise con altre pattuglie sul territorio.

"Riteniamo importante informare fin da ora dell'avvio di questi servizi – conclude il sindaco - perché vogliamo che gli automobilisti, anche quelli che a volte osano soste ‘precarie’, sappiano che con questo sistema in città sarà molto più difficile farla franca. L’obiettivo, infatti, non è fare più multe, ma creare una circolazione  a misura d’uomo, dove vengano evitati quei comportamenti antipatici, che compromettono la vivibilità e la sicurezza dei cittadini”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una bontà tradizionale: la ricetta delle Pesche dolci all'alchermes

Arredare

Divano nuovo? Ecco i consigli per non sbagliare l'acquisto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento