San Mauro, lotta ai furti: nasce il coordinamento tra Comune, forze dell'ordine e aziende

“L'incontro è stato proficuo perché siamo riusciti a costituire un coordinamento", annuncia il sindaco

Amministrazione comunale, forze dell'ordine e aziende del territorio insieme per affrontare il problema dei furti nel territorio di San Mauro Pascoli. Si è svolto mercoledì mattina in Prefettura l'incontro di coordinamento convocato un mese fa dal prefetto a seguito degli eventi criminosi di furti che si sono verificati negli ultimi mesi sul territorio. Presenti all'incontro il sindaco Luciana Garbuglia, il comandante della Polizia Municipale Cristiano Antonini, il questore Loretta Bignardi, il colonnello dei Carabinieri Politi, il responsabile sicurezza della Società Autostrade e numerosi imprenditori che hanno le aziende nella zona industriale di San Mauro Pascoli.

“L'incontro è stato proficuo perché siamo riusciti a costituire un coordinamento costituito da imprenditori, forze dell'ordine e Comune di San Mauro Pascoli per promuovere insieme attività di contrasto alla criminalità organizzata - spiega Garbuglia -. Un lavoro di squadra per mettere a sistema le competenze e funzioni di ognuno, affinché il privato provveda alla sicurezza della propria aziende e proprietà e il pubblico si impegni nel contrasto alle attività criminali”. Nello specifico è stato deciso di intervenire sul fronte di quella che viene definita sicurezza passiva attraverso un progetto di videosorveglianza pubblico, sostenuto dagli imprenditori che andrà a coprire tutta l'area industriale di San Mauro Pascoli.

"Il Comune si è impegnato ad affidare un incarico per il progetto preliminare di video sorveglianza, con il supporto di tecnici che verranno messi a disposizione dalla Prefettura - prosegue il sindaco -. Il sistema, una volta a regime, sarà in grado, attraverso telecamere ad alta risoluzione, e con l'installazione di punti fissi di transito in posizioni strategiche, di individuare e rallentare l'eventuale azione criminosa, dando così tempo alle forze dell'ordine di poter intervenire sul posto in tempo. È difatti cruciale, come si è dimostrato negli episodi di questi mesi, mettere in campo azioni per impedire ai rapinatori di agire in velocità e di poter fuggire con la merce”.

Durante l'incontro inoltre agli imprenditori e associazioni di categoria è stato consegnato un vademecum, redatto dalla Prefettura, in cui sono illustrate le buone prassi da applicare per prevenire i furti, dai sistemi di sicurezza attivi (maggiore attenzione alle procedure di accesso ai luoghi sensibili in azienda, come magazzini e uffici), ai sistemi di sicurezza definita passiva, come la possibilità di collegamento con i sistemi di allarme già esistenti con il numero unico “112”, o la possibilità di inserire sistemi di localizzazione gps sulla merce o carichi preparati per la consegna, fino ai comportamenti da tenere nel malaugarato caso di rapina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Credo che l'incontro, per il quale ringrazio la Prefettura, che si è attivata e sta collaborando per realizzare gli obiettivi che ci siamo posti - conclude il sindaco - sia stato importante non solo per porre in essere tutte le azioni che andremo a metter in campo, ma perché i ha permesso di sederci tutti attorno a un tavolo e di poter lavorare uniti e coesi verso un obiettivo che è condiviso da tutti, Comune, forze dell'ordine, imprese e cittadini e che si può raggiungere solo attraverso questo importante lavoro di squadra". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sensi e la fidanzata cesenate in tandem sul monopattino, la foto proibita su Instagram

  • Lavori completati, riapre il supermercato: 700 metri quadrati, darà lavoro a 19 persone

  • Il virus penetra in un'altra scuola superiore, tutta la classe in quarantena

  • Un altro caso di Covid in classe, positiva una bambina della scuola elementare

  • Col monopattino elettrico in autostrada, scusa incredibile del ragazzo

  • Coronavirus, nuovo caso a Bagno di Romagna: tamponi per i contatti stretti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento