Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Manifestazione in piazza, aderisce anche la giunta: "No all'intolleranza"

La manifestazione di piazza viene in netta contrapposizione a quella inscenata da Forza Nuova domenica scorsa quando venne allestito un finto funerale in occasione della seconda unione civile gay

La giunta di Cesena sostiene la manifestazione che si tiene sabato pomeriggio in piazza del Popolo.  La manifestazione di piazza viene in netta contrapposizione a quella inscenata da Forza Nuova domenica scorsa quando venne allestito un finto funerale in occasione della seconda unione civile gay della città. Anche in occasione della prima unione Forza Nuova fece un'incursione, attaccando manifesti funebri.

Spiegano gli amministratori pubblici di Cesena Paolo Lucchi, Carlo Battistini, Simona Benedetti, Christian Castorri, Francesca Lucchi, Matteo Marchi, Maura Miserocchi e Orazio Moretti: “L’11 febbraio è una data importante per la Cesena inclusiva, democratica, generosa; la Cesena per la quale il rispetto e la dignità delle persone - indipendentemente dalla nazionalità, dall’orientamento sessuale, dalla posizione sociale - vengono prima di tutto; la Cesena che  guarda con attenzione agli ultimi; la Cesena nella quale ci riconosciamo e, come noi, certamente si riconosce la maggior parte dei cesenati. Per questo, speriamo che tanti scelgano di partecipare alla  manifestazione che si terrà sabato, a partire dalle ore 17,00, in piazza del Popolo, per dimostrare quanto siano vivi e importanti per noi cesenati  i valori della convivenza, della solidarietà, del rispetto reciproco”.

Il riferimento è “ai recenti episodi ai quali Cesena ha dovuto assistere - dall’intolleranza verso i senza tetto fino alle manifestazioni macabre di intolleranza come quelle di domenica scorsa - hanno creato un forte sgomento nella nostra città ed hanno dimostrato quanto i loro responsabili siano estranei alla cultura ed alla sensibilità dei cesenati”. Per questi motivi, la Giunta comunale di Cesena aderirà alla manifestazione in programma sabato pomeriggio.

Continua la nota: “Sarà un appuntamento civico non "contro" qualcosa, ma "a sostegno" dei valori fondanti della Repubblica Italiana durante il quale, assieme, ribadiremo che chi si pone in contrasto con quei valori, poco ha a che spartire con Cesena. Ringraziamo quindi i promotori di un evento che giudichiamo aperto ed inclusivo, in grado di rafforzare il nostro orgoglio di appartenenza a questa comunità. E ci fa piacere sapere che, in questa battaglia di civiltà, Cesena non è rimasta sola: sono molti infatti i non cesenati che hanno aderito all’appello e tanti sono quelli che hanno preannunciato la propria partecipazione alla manifestazione. Anche a livello istituzionale, hanno confermato la loro presenza i Sindaci Marco Baccini (Bagno di Romagna), Ermes Battistini (Longiano), Luciana Garbuglia (San Mauro Pascoli), Matteo Gozzoli (Cesenatico), Monica Rossi (Mercato Saraceno), Roberto Sanulli (Gambettola), ed il Vicesindaco Nicola Della Pasqua (Savignano sul Rubicone), Fabio Molari (Montiano). Si tratta di un segnale forte che questo territorio lancia con determinazione: le recrudescenze di intolleranza ed oscurantismo da noi non trovano cittadinanza”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manifestazione in piazza, aderisce anche la giunta: "No all'intolleranza"

CesenaToday è in caricamento