Le aree critiche diventano punti di forza, il progetto che valorizza il patrimonio culturale della città

L'obiettivo è valorizzare il patrimonio culturale delle città storiche soprattutto con riferimento alle aree più degradate o problematiche

Il Comune di Cesena ha aderito al progetto “KAIRÓS – Cultural heritage as an opportunity of urban development and social sustainability” che intende valorizzare il patrimonio culturale delle città storiche soprattutto con riferimento alle aree più degradate o problematiche sviluppando strategie volte a creare coesione ed inclusione economica e sociale. Il progetto è stato finanziato per la Fase 1 (della durata di 6 mesi) e vede il coinvolgimento in qualità di partner – tra altri – del Comune di Cesena. Il costo totale è di 132,623.64 euro che si divide tra il contributo europeo di 110,707.54 euro, il contributo Eu a favore del Comune di Cesena di 9,438.67, e il budget di Cesena 13,483.81 euro.

KAIRÓS, finanziato dal programma Urbact III, si inserisce nelle Linee programmatiche 2019-2024 dell’Amministrazione comunale impegnata nella creazione di una “Cesena al lavoro per lo sviluppo e la crescita” in relazione al mondo dell’imprese e, più in generale, alla qualità del lavoro. L’obiettivo del Programma di cooperazione territoriale europea Urbact III infatti è quello di favorire la diffusione e la crescita delle buone pratiche di sviluppo urbano sostenibile nelle città europee, attraverso un coinvolgimento attivo degli attori locali e dei cittadini.

A tal proposito, si ricorda che Cesena ha già avuto altri 3 progetti finanziati sul programma europeo URBACT - di cui uno attualmente in corso: la prima esperienza, che ha coinvolto la nostra città tra il 2012 e il 2015, è il progetto Jobtown (sottoccupazione giovanile per rendere i modelli sociali e i mercati del lavoro europei dinamici, competitivi e sostenibili); il percorso è poi continuato, tra il 2015 e il 2018, con il progetto Agri-Urban, per la definizione di una strategia di sviluppo e innovazione in ambito rurale e peri-urbano per coniugare la dimensione sociale e ambientale dell’agricoltura a livello locale. Per ultimo BeePathNet (in corso), con cui il Comune di Cesena sviluppa azioni integrate e strategie di promozione e sensibilizzazione dell’apicultura urbana.

Il progetto, selezionato per il finanziamento della Fase 1, si concentrerà sugli spazi urbani interni ed esterni al patrimonio culturale esistente, per lavorare con tutti gli stakeholders e la comunità locale, e in particolare i gruppi svantaggiati, con l’obiettivo di trasformare i punti di debolezza di questi spazi urbani in un’opportunità di inclusione sociale e sviluppo turistico sostenibile, contribuendo a creare città economicamente, socialmente e culturalmente piacevoli da vivere.

La prima fase servirà ai partner per analizzare il contesto urbano e le esigenze specifiche delle singole città rispetto al tema della riqualificazione urbana attraverso la definizione di un’analisi dello stato di fatto ed una prima definizione del gruppo di attori locali da coinvolgere. Durante l’attuazione di questo primo step verranno svolte le seguenti attività:

1.      Organizzazione di 2 meeting transnazionali: il Kick off meeting a Mula (Spagna), che si terrà il 7 e l’8 ottobre, e il meeting finale a Cesena (IT);
2.      Ampliamento del partenariato iniziale del progetto coinvolgendo altre città;
3.      Realizzazione di un’analisi dello stato di fatto che descrive le esigenze e la situazione locale per ogni città;
4.      Definizione del Gruppo di supporto locale Urbact (ULG) e identificazione dei principali attori locali attivi sul territorio sul tema del progetto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla fine della I fase il progetto implementato con una descrizione delle attività e delle iniziative specifiche da attuare, verrà presentato nuovamente alla Commissione Europea per richiedere il finanziamento della Fase 2 di implementazione.
Se la proposta sarà approvata, il progetto entrerà nella seconda fase (beneficiare di ulteriori risorse) che durerà 24 mesi e avrà come obiettivo la messa in pratica del piano d’azione per creare a Cesena azioni e progetti integrati per fare del patrimonio culturale locale una opportunità di sviluppo urbano e sostenibilità sociale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento