La scuola media di Viale della Resistenza più sicura in caso di terremoto

Per il progetto è stato stanziato un importo complessivo pari a 750mila euro

La scuola media di Viale della Resistenza sarà più protetta in caso di terremoto. Il Comune di Cesena ha infatti approvato lo studio di fattibilità tecnico-economica e il progetto definitivo delle opere per il  miglioramento sismico della struttura. Per il progetto è stato stanziato un importo complessivo pari a 750mila euro. "Con questo progetto proseguiamo l’impegno per la messa in sicurezza del nostro patrimonio di edilizia scolastica comunale - spiegano il sindaco Paolo Lucchi e l’assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi -. Quest’anno, sulla base delle esperienze maturate in precedenza e tenuto conto dell’importo dei lavori da eseguire, gli uffici tecnici hanno scelto di procedere, per quanto possibile, con appalti separati per le diverse tipologie di istituto (asili nido, scuole d’infanzia, primarie, secondarie di primo grado) in modo da poter  portare avanti i vari progetti in modo più rapido, anche tenendo conto del fatto che i lavori previsti, in genere, interferiscono con l’attività didattica e, quindi, la loro esecuzione si deve concentrare necessariamente nel periodo estivo. Per quanto riguarda le scuole secondarie di primo grado, l’intervento sull’istituto di viale della Resistenza è sicuramente il più corposo previsto nel 2018".

Costruita a metà degli anni Settanta, la scuola di viale della Resistenza si presenta con un unico corpo di fabbrica di tre piani in cemento armato prefabbricato, divisa da un giunto di dilatazione  e servito da due vani scala.  Le indagini di vulnerabilità sismica compiute negli ultimi anni hanno evidenziato l’idoneità del fabbricato a far fronte ai carichi statici verticali, ma non altrettanto per quelli orizzontali. Il progetto approvato ieri comprende una serie di opere per superare questa situazione e garantire il miglioramento sismico complessivo. Fra gli interventi previsti la ‘ricucitura’ del giunto sismico fra le due ali dell’edificio, la realizzazione di setti murari sia esterni sia  interni, in grado di assorbire le sollecitazioni orizzontali dell’intera struttura. Infine, attraverso la posa di carpenteria e ferramenta metallica specifica, gli elementi prefabbricati saranno collegati fra loro per realizzare i cosiddetti “piani rigidi”. Da sottolineare che le opere di finitura complementari all’intervento sismico permetteranno al plesso scolastico di ottenere un miglioramento della manutenzione e, in prospettiva, delle performance energetiche. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

Torna su
CesenaToday è in caricamento