rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca

La pianista Giulia Gori, studentessa di liceo, diventa “maestro” a soli 18 anni

Il Maestro Giulia Gori, 18 anni compiuti il 13 settembre, ha un palmares con più di venti premi artistici

Giulia Gori, la giovanissima pianista di Longiano, convince la commissione al concerto di laurea al conservatorio Giuseppe Tartini di Trieste ottenendo il massimo dei voti dopo l’esecuzione di un impegnativo programma con brani di Bach, Liszt, Chopin, Brahms, Debussy, Mozart e Shostakovich. La laurea arriva al termine di un percorso di studi iniziato a cinque anni con il Maestro Nadia Giovannini. A nove anni è prima in graduatoria alla prova d’ingresso al conservatorio Bruno Maderna di Cesena. Nel 2014 entra nella classe del Maestro Giuseppe Albanese, concertista internazionale tra i più richiesti e amati della sua generazione. Il Maestro si trasferisce al conservatorio Tartini e chiede a Giulia di seguirlo per poterla accompagnare negli studi. Pur continuando a frequentare il liceo scientifico Righi di Cesena si iscrive anche a Trieste; con costanza e impegno riesce a seguire le lezioni di entrambi gli istituti con ottimi risultati.

Il Maestro Giulia Gori, 18 anni compiuti il 13 settembre, ha un palmares con più di venti premi artistici: dal “Giulietta e Romeo” di Verona al “Ramilli” del Rotary Club, dal "primo premio" e il “primo premio assoluto” ai concorsi internazionali di Osimo e di Città di Castello al “secondo” dell’European di Torino. Ha suonato in numerosi spettacoli teatrali e con l’orchestra Maderna Junior, è stata ospite di trasmissioni televisive e galà esclusivi. Ha inciso due brani: Juliet and Romeo un quattro mani di sua composizione e Juliet’s Theme per due compilation. In programma la registrazione di un “Cd Live” con il programma eseguito a Trieste. "Sono felicissima - ha spiegato  dopo che la commissione si è espressa -. Questo è per me un traguardo e una partenza. Vorrei ringraziare il Maestro Albanese per avermi guidato verso questo importante risultato, tutta la mia famiglia per avermi supportato e sopportato, il Maestro Paolo Chiavacci per la collaborazione, il Maestro Nadia Giovannini per avermi messo le mani sulla tastiera del pianoforte a cinque anni ed essermi stata vicina da allora". Progetti futuri? "Continuerò a seguire le lezioni e i consigli del Maestro Albanese e dopo l’esame di maturità preparerò un quattro mani e un recital musicale con il Teatro della Rosa dove inserirò tutti brani che più ho amato in questi anni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La pianista Giulia Gori, studentessa di liceo, diventa “maestro” a soli 18 anni

CesenaToday è in caricamento