Il Don Baronio si trasforma in un centro di formazione professionale Enaip

Il nuovo "Enaip Rubicone" organizza e gestisce attività formative per adolescenti, giovani e adulti e progetti di inserimento per disoccupati, oltre a corsi serali di lingue, informatica e altre discipline

Cresce nel territorio la presenza dei servizi di inclusione sociale di Enaip. Dopo quello di Cesena, attivo sin dal 1984 e che lo scorso anno si è trasferito in centro storico, un nuovo centro socio-occupazionale e di inserimento al lavoro della Fondazione Enaip Forlì-Cesena apre a Savignano sul Rubicone. Enaip Rubicone, questo il nome della nuova sede operativa nei locali dell’Opera Don Baronio (Borgo San Rocco), verrà inaugurata venerdì 23 alle 17 alla presenza delle autorità locali, tra cui il sindaco di Savignano sul Rubicone Filippo Giovannini e il suo vice Nicola Dellapasqua, il Vescovo di Rimini Monsignor Francesco Lambiasi, l’assessore regionale Emma Petitti, il consigliere regionale Lia Montalti e Andrea Canevaro, docente universitario e massimo esperto di pedagogia speciale. Insieme a loro, Margherita Collareta, presidente Fondazione Enaip Forlì-Cesena, Odo Rocchi, presidente Acli Forlì-Cesena e Luca Conti, presidente Acli regionale, faranno gli onori di casa. A ridare vita ai locali di proprietà dell’associazione “Amici di Don Baronio” è Enaip, la realtà che in tutta la provincia organizza e gestisce attività formative per adolescenti, giovani e adulti (corsi di qualifica professionale), progetti di inserimento per disoccupati, oltre a corsi serali di lingue, informatica e altre discipline rivolti a tutti. In particolare, i servizi di natura socio-occupazionale danno continuità a giovani e adulti che, ultimato il percorso scolastico o professionale, necessitano di un supporto per collocarsi in un percorso socio-lavorativo stabile. Enaip Rubicone, inoltre, si sta occupando, attraverso il Servizio di inserimento lavorativo, di organizzare tirocini lavorativi per coloro che, a causa della propria disabilità fisica o mentale, si avvalgono di un programma di inserimento (e, prima ancora, di orientamento) in aziende e realtà pubbliche in regime di legge 68/99. Sono oltre una settantina gli utenti che già frequentano il centro diurno nel cuore di Cesena, molti di loro provenienti dai comuni limitrofi.

“Palazzo Don Baronio – commentano il sindaco Filippo Giovannini e Nicola Dellapasqua - è storicamente sede di servizi educativi, perciò con questo nuovo insediamento in collaborazione con la parrocchia i suoi locali vengono pienamente restituiti alla loro storia e alla loro funzione pubblica. Il centro rappresenta un'opportunità per le famiglie dei ragazzi impegnati nelle diverse attività formative, che ora potranno recarsi al lavoro in una sede professionale più vicina a casa. Siamo onorati di avere qui nella valle del Rubicone un interlocutore qualificato come Enaip, che siamo certi potrà esser nostro partner anche in nuovi progetti futuri da costruire insieme”. “La presenza di Enaip anche nell’area del Rubicone intende rispondere alla richiesta delle famiglie e alle istituzioni del territorio - afferma Margherita Collareta - Un’opportunità per rendere ancora più efficaci i servizi socio-lavorativi del territorio e una conferma che la collaborazione pubblico-privato, soprattutto nella nostra provincia, funziona”.

Nei circa 170 metri quadri del complesso, che Enaip ha adattato a proprie spese con lavori di ristrutturazione e ottimizzazione, si trovano laboratori per attività di falegnameria e pelletteria/assemblaggio, oltre a un’aula informatica con 12 postazioni, uffici e ambienti per colloqui, per la segreteria e per gli educatori. In questi locali prenderanno vita, attraverso una prima lavorazione dei materiali, anche le famose "casine", che negli anni sono diventate il simbolo rappresentativo dei centri di formazione lavoro Enaip di Cesena. Sono già una decina gli utenti che frequentano la struttura, che ha avviato la propria attività da alcune settimane, grazie alla presenza di tre educatori professionali e due addetti ai servizi di inserimento lavorativo. Nel corso dell’inaugurazione di venerdì prossimo, le porte di Enaip Rubicone saranno aperte a famiglie, cittadini e amici che la potranno visitare: saranno gli ospiti del centro ad accogliere gli intervenuti e a fare da guida nei locali, dopo il tradizionale taglio del nastro ad opera delle autorità, mostrando da vicino quella che è la loro giornata-tipo. Il centro sarà operativo fino a fine luglio e, dopo una pausa ad agosto, riprenderà le attività ai primi di settembre, accogliendo gli utenti che l’Unione Rubicone e Mare e Ausl Romagna vorranno inviare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento