Cronaca

Il ciclone sferza la Romagna, raffiche fino a 90 km/h: 50 interventi dei Vigili del fuoco

Le raffiche di vento di caduta dell'Appennino, già insistenti lunedì, non hanno dato tregua per tutta la notte

Un albero caduto a San Mauro in Valle (Foto Giada)

Raffiche oltre i 90 chilometri orari, alberi caduti, rami spezzati, bidoni della raccolta rifiuti spazzati via come foglie e blackout in alcuni quartieri. Queste le conseguenze della notte tempestosa originata da Ciara, una vasto ciclone extra-tropicale, che sta sferzando gran parte dell'Europa centro-settentrionale come non accadeva da tempo.

Le raffiche di vento di caduta dell'Appennino, già insistenti lunedì, non hanno dato tregua per tutta la notte. Le squadre dei Vigili del fuoco hanno operato nel corso della notte con autoscale e motoseghe per eliminare eventuali pericoli dovuti ad alberi e rami pericolanti e per liberare la viabilità pubblica. E nella prima mattinata vi erano ancora chiamate alla sala operativa del 115.

Una cinquantina gli interventi nel comprensorio. Una pianta è finita contro un'abitazione, danneggiandone il cornicione, tra Forlì e Cesena lungo la via Emilia, mentre a Sorrivoli un incendio ha bruciato circa tre ettari di sterpaglie. In supporto al personale di viale Roma e del distaccamento malatestiano hanno operato anche i colleghi di Bagno di Romagna e Rocca San Casciano. Le raffiche più intense nell'entroterra con punte di 90 km/h. A Savignano un albero è crollato in strada, per fortuna in un momento in cui non passavano macchine.

Nelle prossime ore resta l'allerta "gialla" diramata dalla Protezione Civile dell'Emilia Romagna, ma la tendenza è per un'attenzione della ventilazione ed un graduale ritorno alla normalità. Che di normale in questo inverno c'è ben poco. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ciclone sferza la Romagna, raffiche fino a 90 km/h: 50 interventi dei Vigili del fuoco

CesenaToday è in caricamento