Gestione dei rifiuti: il Comune di San Mauro Pascoli opta per la gara pubblica

È arrivato infatti alla sua naturale conclusione il contratto che era stato assegnato ad Hera che effettuava il servizio nel territorio.

L'Amministrazione comunale, riunitasi nell'ultima giunta di giovedì scorso, ha scelto la soluzione della gara pubblica per quel che riguarda l'affidamento della gestione dei rifiuti. È arrivato infatti alla sua naturale conclusione il contratto che era stato assegnato ad Hera che effettuava il servizio nel territorio. Una scelta, quella di andare a gara, condivisa da quasi tutti i comuni del bacino cesenate della provincia di Forlì Cesena: si tratterebbe cioè di mettere a bando europeo l'intera gestione del servizio, piuttosto che creare ex-novo una società “in house” costituita e capitalizzata dai Comuni stessi che ne farebbero parte, come caldeggiato invece dal bacino forlivese. 

“Costi e benefici che deriverebbero dalla scelta dell'una o dell'altra strada sono palesi – dichiara il Sindaco Luciana Garbuglia – con la trasparenza di un bando pubblico e cifre chiare a base di gara definite dall'agenzia provinciale Atersir da una parte, e l'incertezza dei numeri e ancor più dei tempi necessari per creare dal nulla una nuova società dei comuni capace di mettere in atto un servizio articolato come quello della raccolta rifiuti, col rischio di creare un “carrozzone”, dall'altra. Non solo: la capitalizzazione di questa nuova società graverebbe in modo significativo sul bilancio comunale e quindi, inevitabilmente, sulle tasche dei cittadini, con tutte le incognite di una nuova società”.

Il Consiglio d'Ambito convocato per martedì 26 maggio p.v. consentirà di fare il punto sulle scelte dei singoli Comuni chiamati ad esprimere il proprio orientamento. “Abbiamo bisogno di un Gestore capace, flessibile e di tariffe certe – aggiunge l'assessore all' Ambiente Azzurra Ricci – specie in un momento come questo, dove l'Europa ci chiama al raggiungimento di certe soglie di raccolta differenziata entro il 2020 e l'imminente introduzione della tariffa puntuale per cui ciascuno pagherà in base a quanto effettivamente conferito. Le due modalità di gestione (gara o nuova società dei comuni) tra l'altro sono indipendenti dal tipo di scelta di servizio di raccolta dei rifiuti, che abbiamo già definito “porta a porta misto” ”.

A tal proposito l'Amministrazione ricorda l'avvicinarsi del primo degli appuntamenti di variazione del servizio di raccolta rifiuti: dal 1° luglio partirà il “porta-a-porta” per le aziende e le famiglie che abitano le zone industriali del paese (così come anticipato negli incontri con la cittadinanza dello scorso dicembre). Previsti gli incontri formativi con gli utenti interessati: giovedì 28 maggio alle ore 17,00 presso il Cercal per le aziende, e mercoledì 3 giugno alle ore 21,00 presso la biblioteca comunale per le famiglie. Faranno seguito le visite a domicilio da parte degli incaricati Hera per la consegna dei contenitori dedicati, sia alle famiglie che alle aziende.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

  • Il Covid continua ad uccidere nel Cesenate: 5 morti e 132 nuovi contagi

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

Torna su
CesenaToday è in caricamento