Gatteo, nei cimiteri rami di ulivo ed un braciere: "Un pensiero per chi non c'è più"

"Purtroppo questa pandemia ci ha tolto anche la possibilità di dare loro un saluto al cimitero, dal momento che le recenti ordinanze ne hanno disposto la chiusura"

Una bella iniziativa quella del Comune di Gatteo, comunicata dal sindaco Gianluca Vincenzi, in memoria delle vittime del Coronavirus.
"Cari concittadini, come più volte è stato detto, questo periodo di emergenza sanitaria costringe tutti noi a dover cambiare le nostre abitudini. Questi cambiamenti sono ancora più marcati nei periodi festivi, solitamente dedicati alla condivisione ed alla vicinanza. Ci apprestiamo, quindi, a vivere una Pasqua sicuramente diversa dal solito, scandita dall'obbligo di stare in casa. Proprio in questi momenti di festività, specialmente quando queste hanno un significato religioso molto forte, il nostro pensiero corre anche ai nostri cari che non ci sono più. Purtroppo questa pandemia ci ha tolto anche la possibilità di dare loro un saluto al cimitero, dal momento che le recenti ordinanze ne hanno disposto la chiusura".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Abbiamo, quindi, pensato ad un piccolo gesto per portare la vicinanza ed il saluto di tutti voi ai defunti sepolti nei cimiteri di Sant'Angelo e Gatteo. Abbiamo, infatti, disposto, in ciascun cimitero, la completa pulizia delle tombe e degli spazi pubblici. Abbiamo, inoltre, posizionato due grandi vasi con rami di ulivo ed un braciere. Ringrazio, a riguardo, Scarpellini Giuseppe per averci donato i rami di ulivo. Nel giorno di Pasqua insieme al nostro parroco Don Marco Mutatori mi recherò presso i due cimiteri per rendere omaggio ai defunti, lo farò come primo cittadino e rappresentante di tutta la comunità di Gatteo e porterò con me, anche se a distanza, l'affetto ed il calore di tutti voi. La fiamma del braciere che accenderemo domenica vuole rappresentare il calore di tutta la nostra comunità che si stringe attorno ai propri cari e la speranza di tutti noi di tornare al più presto ad una vita migliore. Don Marco, inoltre, impartirà la propria benedizione, così da onorare anche la valenza religiosa della celebrazione della Santa Pasqua. Desidero ringraziare il nostro parroco per la sua disponibilità a partecipare a questa iniziativa. È un gesto semplice ma, vi assicuro, fatto con il cuore e con la volontà di dare a tutti voi un ulteriore segnale di vicinanza in questi momenti così difficili".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta contro il guard rail in uscita dalla curva, il motociclista muore sul colpo

  • Il primo studente positivo a scuola, tutta la classe va in quarantena

  • Il virus entra anche al Righi, 26 studenti in quarantena. Un altro tampone positivo al linguistico

  • Coronavirus, il bollettino di domenica: nuovi contagiati con sintomi

  • Il blitz della Finanza chiude l'hotel in anticipo, c'erano solo lavoratori stranieri in nero

  • Il forte odore allarma i vicini, non dava notizie da 12 giorni: trovato morto in casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento