Corneto di Verghereto celebra la festa del patrono San Martino di Tours

Sabato alle 11 sarà celebrata la messa solenne cantata, con la presenza di vari sacerdoti che si trovano ancora, durante la settimana, per celebrare insieme gli uffici per i defunti

La piccola comunità di Corneto di Verghereto si prepara a celebrare la festa del patrono San Martino di Tours. Corneto è situato sull’erto monte sopra il fiume Para, nell’ultimo lembo del Comune di Verghereto confinante con quello di Sarsina. Sabato alle 11 sarà celebrata la messa solenne cantata, con la presenza di vari sacerdoti che si trovano ancora, durante la settimana, per celebrare insieme gli uffici per i defunti. Alle 15 le funzioni, come qui ancora vengono chiamate, col canto delle litanie. "Corneto, come le altre parrocchie della zona, ha origini remote - ricorda don Daniele Bosi -. Purtroppo i primi documenti che possediamo non sono anteriori al XII secolo. Menzione sicura la troviamo niente meno che nella Divina Commedia, precisamente al verso 136 del canto XII dell’Inferno, dove si parla di Rinier da Corneto, cioè di Riniero Della Faggiuola, padre del noto condottiero Uguccione".

"Corneto è stata una parrocchia che ha registrato, in ogni epoca, un numero esiguo di abitanti, la più piccola parrocchia della vecchia Diocesi sarsinate - prosegue il sacerdote -. Infatti nel 1353 erano 71, 83 nel 1550, 65 nel 1956 fino agli attuali 22 dopo un’ultima nascita di qualche anno fa. Ben 9 di questi 22 abitanti sono sotto i 25 anni, con relative famiglie giovani. Una speranza per il futuro, in quanto gran parte degli abitanti sono proprietari e impiegati nella fiorente attività dell’estrazione della pietra serena nelle cave. Al parroco, mons. Vittorio Quercioli, gli è stata affidata la cura della piccola comunità subito dopo l’ordinazione sacerdotale sessanta anni fa, nel 1957, e continua tuttora".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

Torna su
CesenaToday è in caricamento