rotate-mobile
Cronaca

Discoteche chiuse a Capodanno, il monito: "Con feste abusive si rischiano focolai"

La Regione Emilia-Romagna si appella ai cittadini affinché evitino feste abusive e conseguenti assembramenti

Con le discoteche chiuse a Capodanno in base alle decisioni del Governo, la Regione Emilia-Romagna si appella ai cittadini affinché evitino feste abusive e conseguenti assembramenti. A toccare l'argomento è l'assessore alla Sanità, Raffaele Donini: "La Regione si attiene scrupolosamente alle indicazioni e alle decisioni e alle leggi che hanno stabilito Stato, Governo e Parlamento, peraltro con una discussione anche preventiva. La preoccupazione che ha espresso il presidente Stefano Bonaccini, ma non solo lui - afferma Donini - è quella di una situazione che poi in qualche modo contribuisca a sviluppare tante micro-feste o pseudo feste di discoteche non autorizzate".

Su questo "bisogna fare appello ai cittadini e far sì che comprendano il senso della norma- sottolinea l'assessore- che è quello di evitare assembramenti, in particolare senza mascherina o comunque in attività di iperventilazione, come avviene solitamente nelle feste da ballo, che in epoca omicron potrebbero veramente procurare focolai importanti". Sono restrizioni "di cui speravamo di non avere bisogno, però se lo Stato decide così e lo decide sulla base di dati scientifici - aggiunge Donini - è nostro dovere portare avanti queste decisioni. Dopodiché speriamo tutti che davvero la variante Omicron si manifesti in modo tale da non provocare eccessive ospedalizzazioni e quindi tornare ad avere una migliore condizione anche dei reparti". (fonte Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discoteche chiuse a Capodanno, il monito: "Con feste abusive si rischiano focolai"

CesenaToday è in caricamento