Cooperativa sociale Il Cigno: borse di studio ai figli meritevoli dei soci

"Si tratta di un'iniziativa _ rimarca l'amministratore delegato Giannini – che testimonia la vicinanza delle nostre cooperative ai soci lavoratori con contributi che alleviano i costi scolastici per i figli e premiano il merito dando il giusto risalto a un valore fondante del nostro vivere civile”

Sostenere i soci lavoratori delle cooperative attraverso borse di studio per i figli meritevoli. L'iniziativa è stata promossa viene promossa dalle cooperative sociali che fanno parte del gruppo cooperativo paritetico Pactum, di cui è amministratore delegato la cesenate Annagrazia Giannini, operante in varie regioni italiane in molteplici settori dell'assistenza con circa 900 addetti, e che ha la sede centrale in via Europa a Cesena. “Si tratta di un'iniziativa _ rimarca l'amministratore delegato Giannini – che testimonia la vicinanza delle nostre cooperative ai soci lavoratori con contributi che alleviano i costi scolastici per i figli e premiano il merito dando il giusto risalto a un valore fondante del nostro vivere civile”.

Le borse di studio sono state assegnate ai figli meritevoli di tre soci della cooperativa sociale Il Cigno, che nel 2015 festeggerà trent'anni di storia e che opera nel nostro territorio e in varie altre regioni italiane: Benedetta Matassoni, figlia della socia Nicoletta Bagagli che opera alla Casa Residenza Anziani “Opera Pia SS.Bordone e Macario” di Sogliano al Rubicone (licenza scuola media inferiore con media del 9) alla quale è stata assegnata una borsa di studio di 1000 eruo; Jacopo Menghi, figlio della socia Federica Rogai che lavora alla Casa residenza Anziani “Casa Insieme” di Mercato Saraceno, diplomata alle scuole superiori col punteggio di cento centesimi (borsa di 1500 euro) e Luna Urbani, figlia della socia Deborah Franchetto operante nei centri diurni Ulss 6 di Vicenza ( borsa di 500 euro)..

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

Torna su
CesenaToday è in caricamento