menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Coppa Italia, sosta selvaggia fuori lo stadio: fioccano multe e rimozioni

Le sanzioni sulle auto in sosta vietata e la rimozione di alcuni veicoli, invece, arrivano dall’ormai abituale attività di controllo del traffico e della sosta impropria messa in cantiere dalla Polizia Municipale

Un tifoso del Cesena accompagnato in Commissariato, cinque auto rimosse e nove multate. È questo il bilancio dell’attività svolta dalle forze dell'ordine in occasione del primo impegno ufficiale del Cesena, che domenica sera al "Manuzzi" ha affrontato la Sanbenedettese per il primo turno di Coppa Italia. Secondo una prima sommaria ricostruzione dei fatti, per quanto riguarda il tifoso bianconero, il suo affidamento alla Polizia è stato l’epilogo di un episodio di provocazione, fortunatamente di dimensioni limitate, avvenuto in uscita dal vicino cavalcavia.

L'attività della Polizia Municipale

Le sanzioni sulle auto in sosta vietata e la rimozione di alcuni veicoli, invece, arrivano dall’ormai abituale attività di controllo del traffico e della sosta impropria messa in cantiere dalla Polizia Municipale in occasione degli incontri del Cesena. "Non si tratta di una scelta casuale – spiega il sindaco Paolo Lucchi -. Infatti, l’impegno a riproporre costantemente questo tipo di interventi scaturisce dalle ripetute segnalazioni dei residenti i quali (a mio parere, giustamente) lamentano l’assedio delle auto e la sosta selvaggia in  occasione delle partite, situazione che compromette la loro libertà di spostamento e la sicurezza. Per questo, da sempre invitiamo i tifosi a parcheggiare in zona Montefiore o nel parcheggio dell'Ospedale: in queste aree si riesce a farlo in sicurezza, senza ridurre colpevolmente la fruibilità dei passi carrai e dei percorsi pedonali".

"Di fronte a questo quadro, proprio non si capisce perché qualcuno, pur di risparmiarsi poche centinaia di metri a piedi, pensi di aver il diritto di bloccare i passi carrai e intasare le strade a ridosso dello Stadio, facendosi beffe dei residenti - conclude il sindaco -. Il comandante della Polizia Municipale Giovanni Colloredo ha voluto dare così un segnale deciso a chi scegli di non rispettare le regole durante le partite e di questo ringrazio molto lui e gli agenti impegnati nel servizio.”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento