Cronaca

Premiati gli studenti del concorso dell’Associazione Perledonne

Oltre 150 studenti hanno accolto con applausi calorosi la distribuzione di un montepremi a cui hanno contribuito alcuni enti e in larga parte privati.

Un entusiasmo molto stimolante per il gruppo dell’associazione Perledonne, che ogni anno tiene le fila del concorso sul tema della violenza di genere, ha caratterizzato la mattinata di premiazione degli elaborati sul tema “Nella violenza sulle donne l’indifferenza è complice” svoltasi mercoledì al palazzo del Ridotto. Oltre 150 studenti hanno accolto con applausi calorosi la distribuzione di un montepremi a cui hanno contribuito alcuni enti e in larga parte privati.

Quasi 350 sono stati i ragazzi coinvolti nel concorso in rappresentanza della Scuola media via Pascoli, del Liceo Scientifico Righi, dell’Istituto Professionale Comandini, del Liceo Linguistico, dell’Istituto Versari, della scuola media Nievo di Gambettola. Poiché molti erano elaborati di gruppo, i lavori presentati sono stati 70: grafica, fotografia, musica, filmati, componimenti letterari, poesie, in parte esposti nella Sala del palazzo del Ridotti in concomitanza con la premiazione.

I ragazzi si sono portati a casa 15 premi dai 100 ai 300 euro ma, soprattutto, hanno preso parte ad una iniziativa il cui valore educativo è stato riconosciuto sia dal Comune di Cesena che dalla Regione Emilia-Romagna che l’ha sostenuta con il proprio patrocinio.  Tutti lavori di alto livello ed ottimo impegno che dimostrano come i ragazzi sappiano recepire le conseguenze di un tema drammatico che ogni anno miete vittime nel nostro Paese ed anche nella nostra città: quello della violenza sulle donne.  Tra i filmati, i disegni e componimenti particolare entusiasmo ha accolto l’esecuzione di un brano musicale con testo composto da un ragazzino di 11 anni, Michelangelo Chiavacci.

Accompagnato dalla madre, che ha cantato, dal padre (che guarda caso è Paolo Chiavacci, direttore del nostro conservatorio Maderna) che ha suonato alle tastiere, ha eseguito il brano al violino, suscitando applausi incontenibile.  Significativo inoltre anche il lavoro dell’Istituto Comandini che ha realizzato e riprodotto in un filmato un balletto a cui ha preso parte tutta la scuola. Con le immagini del flash mob cartelli e considerazioni sulla violenza di genere. Pregevoli e molto interessanti tutti i disegni. Anche quattro ragazzi della media Via Pascoli ed altri del Liceo Scientifico si sono prodotti in filmati dalla sceneggiatura originale. Tutti gli elaborati, il concorso ha raggiunto quest’anno la sua 9° edizione, saranno in visione in diverse mostre sia nei quartieri che in altri luoghi cittadini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premiati gli studenti del concorso dell’Associazione Perledonne

CesenaToday è in caricamento