Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

La Corte dei Conti promuove il nuovo "Codice di Organizzazione" del Comune di Cesena

Ad attestarlo la stessa Corte dei Conti, che lo ha comunicato formalmente al Comune martedì

Con il nuovo Codice di Organizzazione e del Personale, il Comune di Cesena ha superato pienamente le criticità segnalate nell’aprile scorso dalla sezione regionale della Corte dei Conti. Ad attestarlo la stessa Corte dei Conti, che lo ha comunicato formalmente al Comune martedì. Il presidente del Consiglio Andrea Pullini ha provveduto immediatamente a informarne i consiglieri. Alla comunicazione ha fatto seguito una nota del sindaco Paolo Lucchi e del vicesindaco Carlo Battistini, che scrivendo ai consiglieri esprimono la loro soddisfazione per l’esito positivo della vicenda, “evidentemente frutto della radicata cultura delle regole che caratterizza l’amministrazione comunale e la struttura tecnica del Comune di Cesena”.

"Lo scorso 11 aprile - esordiscono gli amministratori - la sezione regionale di controllo per l’Emilia-Romagna della Corte dei Conti, ha trasmesso al Comune di Cesena la delibera numero 66/2017/REG, avente ad oggetto la disciplina regolamentare contenuta nel Codice di Organizzazione e del Personale, nello specifico il titolo quarto “affidamento incarichi a soggetti esterni all’amministrazione". Con tale delibera lo scorso 11 aprile la Corte dei Conti formulò alcune osservazioni, richiedendo al Comune di Cesena di adottare "le consequenziali misure per conformare il regolamento in materia di incarichi esterni a quanto segnalato nella delibera". A fronte di tale indicazione, la Giunta e gli uffici comunali si sono immediatamente attivati per adattare il regolamento comunale (approvato nel 2013) alle indicazioni della Corte dei Conti".

"Questo lavoro è confluito nella delibera n. 190, approvata dalla Giunta comunale nel luglio scorso e successivamente trasmessa alla sezione regionale di controllo per l’Emilia-Romagna della Corte dei Conti la quale, dopo la dovuta istruttoria, ha dichiarato il nuovo dettato regolamentare totalmente conforme - proseguono sindaco ed assessore -. Con la delibera 149/2017/REG, la Corte dei Conti ha infatti formalmente comunicato al Comune di Cesena che il nuovo Codice di Organizzazione e del Personale, così come modificato nel luglio scorso, corregge i profili di criticità comunicati in precedenza, validando così il lavoro fatto nei mesi scorsi.

"Desideriamo quindi condividere la soddisfazione nel registrare come anche la Corte dei Conti abbia riscontrato la capacità del nostro Comune di rientrare nei precisi confini che la normativa sancisce: un approccio evidentemente frutto della radicata cultura delle regole che caratterizza l’Amministrazione comunale e la struttura tecnica - concludono Lucchi e Battistini -. Da sempre, infatti, riteniamo che gli amministratori pro tempore della cosa pubblica non possano che esercitare il proprio mandato nel pieno rispetto delle normative vigenti. Una condizione, peraltro, che crediamo necessaria affinché possa svilupparsi un profondo e condiviso senso di comunità fra i cittadini. Purtroppo succede di leggere, nelle cronache nazionali, come non tutti gli amministratori comunali fondino la propria azione su tale principio. In questo, rivendichiamo con grande orgoglio la particolarità di Cesena e dei cesenati".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Corte dei Conti promuove il nuovo "Codice di Organizzazione" del Comune di Cesena

CesenaToday è in caricamento