Ristorante e nuova vita per Piazza Aldo Moro. Ecco come sarà

A giorni inizierà il cantiere che getta le basi della riqualificazione della zona dove c'è la ciminiera dell'ex Arrigoni, dietro Psicologia

Basta al degrado in Piazza Aldo Moro. A giorni inizierà il cantiere che getta le basi della riqualificazione della zona dove c'è la ciminiera dell'ex Arrigoni, dietro Psicologia. Attualmente è un'area praticamente abbandonata, ma tra un anno, se tutto va secondo i piani, sorgerà un locale per la ristorazione in stile moderno, aperto anche venti ore al giorno. L'edificio coprirà una superficie di seicento metri quadrati, è a forma circolare con un piano in vista e uno sotterraneo. Il Comune ha scelto il project financing e ad aggiudicarsi i lavori è la ditta Aldini.

Per project financing si intende che il Comune non sborsa un euro per la realizzazione  perchè le spese sono sostenute dalla ditta che si aggiudica il lavoro. Questa potrà trarre beneficio, ad esempio, dall'affitto dei locali. In questo caso la ditta Aldini avrà in concessione la gestione della struttura per 45 anni. L'investimento che sosterrà è di 2 milioni e 127.925 euro più iva. I lavori per la sua realizzazione inizieranno dopo l'estate, si  pensa già a settembre, per terminare dopo circa un anno. Il tutto si inserisce e si sposa con quanto previsto da progetto Novello.

Il dirigente comunale Bernabini ha detto che: “Quanto pianificato è partito dal bisogno di recuperare un'area degradata che ha dei problemi. La struttura che c'è attualmente sarà demolita ad eccezione della ciminiera”. Il plastico (riportato in foto) in realtà non è il progetto definitivo anche se molto simile. Le vetrate saranno spostate in corrispondenza del parcheggio, questa la modifica principale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...



Sulle opportunità offerta dalla formula del project financing si è soffermato il sindaco Lucchi. “E' un intervento importante per la nostra città”. Ha poi continuato lanciando un'anteprima su un altro tratto importante della città che sarà modificato con la stessa procedura: il tratto tra i ponte vecchio e il ponte nuovo. “Lo spazio in piazza Aldo Moro crea una nuova opportunità per i cesenati – ha proseguito il primo cittadino – deve cambiare il metro delle distanze, basti pensare che questa nuova area è a soli 800 metri dal Duomo, ma siamo portati a considerarla fuori dal centro”.

Tornando al progetto, dalla Aldini fanno sapere che ci sono già trattative con ditte capaci di offrire servizi di ristorazione variegati. Nella zona adiacente al “city bar” ci soo anche dei parcheggi, anche essi rientrano nel project financing, ma, sempre a detta dei rappresentanti della Aldini “non saranno a pagamento o al massimo a disco orario”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento